Superbike: Bimota Alstare Racing con Badovini e Iddon

Due BB3 nella classe EVO del Mondiale SBK 2014

13 gennaio 2014 - 13:43

A poco meno di 24 ore dall’annuncio del sodalizio quinquiennale tra Alstare e Bimota, sono stati svelati i programmi sportivi della compagine belga per la stagione 2014. Sotto le insegne del “Team Bimota Alstare Racing” la formazione di Francis Batta è intenzionata a schierare, previa omologazione FIM, due Bimota BB3 per Ayrton Badovini e Christian Iddon. Il primo, Campione Superstock 1000 FIM Cup 2010, ha già difeso i colori del Team Alstare lo scorso anno in Ducati conquistando una Superpole al Nurburgring ed un podio (il primo per la Ducati 1199 Panigale) al Moscow Raceway. Accanto ad Ayrton Badovini correrà Christian Iddon, ex-specialista del Supermotard, in evidenza lo scorso anno all’esordio nel Mondiale Supersport con ParkinGO MV Agusta Corse riuscendo ad aggiudicarsi un podio a Magny Cours.

Alstare e Bimota lavoreranno per tutto l’arco della stagione 2014 nello sviluppo della Bimota BB3 spinta dal propulsore BMW. Da segnalare che uno degli sponsor del Team Bimota Alstare Racing sarà ParkinGO grazie all’accordo tra Francis Batta e Giuliano Rovelli. Il Comunicato del Team Bimota Alstare Racing Dalla recente collaborazione a lungo termine tra il leggendario marchio Bimota e Alstare – la scuderiache vanta la più lunga esperienza nel mondiale Superbike – nasce il Team BIMOTA ALSTARE RACING che parteciperà nella categoria EVO alla prossima edizione del Campionato del Mondo Superbike con la formidabile Bimota BB3*. L’Ingegnere Acquaviva e la sua squadra – al quartier generale di Bimota di Rimini – hanno magistralmente combinato il super motore BMW con lo “stilosissimo” telaio – disegnato e costruito presso il loro stabilimento – più altri componenti di alta qualità. Il risultato è una moto dal look accattivante ma che nasconde una “bestia” di motore. Alstare avrà la missione di sviluppare questa moto, con il supporto di Bimota, per trasformarla in una macchina vincente e far tornare entrambe le aziende al successo sui circuiti di gara. Il team debutterà nella categoria EVO con due piloti – l’italiano Ayrton Badovini e il britannico Christian Iddon. Ayrton non è una novità per Alstare, avendo corso per loro la scorsa stagione, peraltro alquanto travagliata. Il pilota italiano – recuperata la sua forma fisica – è completamente a suo agio nel team e pronto per battersi per grandi risultati fin dall’inizio. Christian è nuovo nel team, ma ha una storia con Bimota in quanto suo padre corse con la Bimota YB3 nei primi anni del Campionato Superbike. Christian arriva da esperienze positive in motocross e supermoto per poi passare alle moto da strada nel 2008. Ha dimostrato di avere del potenziale ed è sicuramente un ragazzo da seguire nei prossimi anni. Ayrton BadoviniL’inizio della stagione non sarà facile a causa del ritardo con cui abbiamo cominciato il lavoro ma, detto ciò, so di avere al mio fianco una squadra talmente preparata che sono sicuro che potremo fare bene. Sebbene la BB3 sia una nuova moto, conosco bene il motore grazie alle mie due stagioni (2011 e 2012) con BMW. È un bel motore – rapido ma gestibile a qualunque velocità. Non credo che avremo molto lavoro da fare sul motore, il che ci permetterà di concentrarci sul resto. Penso che durante questa stagione dobbiamo impegnarci soprattutto a mettere a punto la moto ed essere pronti per l’anno prossimo e sono riscuro che faremo un ottimo lavoro. Sono davvero felice di essere ancora con Alstare: mi sento come se fossi tornato “in famiglia”. Il team è molto professionale. Ho imparato molto da loro l’anno scorso e mi aspetto di imparare ancora tanto quest’anno. Se tutto va bene – e non vedo alcuna ragione per cui non dovrebbe andare bene- il mio obiettivo è sviluppare rapidamente la moto e magari vincere il titolo della EVO già quest’anno“. Christian IddonÈ un’opportunità fantastica per me e sono molto eccitato dalla sfida che mi aspetta. Alstare è un team famoso con una grande storia e sono sicuro che imparerò molto da loro. Hanno tantissima esperienza e ciò mi aiuterà durante la prossima stagione che si presenta come una stagione molto interessante. Ho già corso con una Superbike per quattro gare del Campionato Britannico, ma mi rendo conto che la nuova Bimota BB3 sarà molto diversa dalle moto a cui sono abituato. Anche se cominciamo da zero, se riusciamo a trovare un buon setting di base possiamo velocemente fare progressi. Credo che quest’anno ci siano diversi nuovi team nel campionato che non hanno fatto molti test, dunque saremo nella stessa barca. Non mi piace parlare di obiettivi ma sono sempre molto esigente con me stesso e quest’anno non sarà un’eccezione. Mi piace pensare che potremmo sfidare i migliori della categoria EVO prima della seconda parte della stagione e sarei deluso se non ci riuscissimo. So di avere una grande squadra che mi sostiene e non vedo l’ora di lavorare con loro e magari di sorprendere un po’ di persone“. Appena il titolare di Alstare, Francis Batta, ha incontrato i nuovi proprietari della Bimota, Marco Chiancianesi e Daniele Longoni, all’ EICMA lo scorso novembre le cose hanno iniziato a muoversi. Il trio ha subito ha subito ingranato e non c’è voluto molto tempo per preparare un piano d’azione. Il primo progetto non prevedeva le corse, ma la storia di Bimota e Alstare – fatta di successi nel mondiale Superbike – non poteva non portare alla nascita di una scuderia. Bimota è da tempo rinomata per le sue moto belle e dal design ricercato. Sin dall’inizio Bimota ha progettato moto uniche, usando componenti fatti a mano nel proprio stabilimento, associandole a motori prodotti dai migliori costruttori. Dal primo giorno il loro obiettivo è stato la qualità senza badare ai costi e ciò vale ancora oggi. Sembra dunque coerente che abbiano scelto Alstare come partner – in quanto a suo modo Alstare si è sempre contraddistinta nel suo settore. Forse non hanno sempre avuto le migliori moto ma sono sempre stati uno dei team più professionali del paddock e sono protagonisti del Campionato Mondiale Superbike da più tempo di qualunque altro team. Questa nuova collaborazione unisce due grandi del motociclismo e per loro un futuro brillante si profila sia sulla pista che sulla strada. Il recente contatto tra Francis Batta e Giuliano Rovelli ha già dato i suoi frutti. Gli ultimi accordi saranno presto conclusi e ParkinGo entrerà a far parte dei partner e sponsor del team. Secondo i termini dell’intesa, ParkinGo farà promozione per il Team Alstare grazie alle proprie strutture aeroportuali. Francis BattaSono davvero felice ed eccitato per questo progetto a lungo termine con Bimota – marchio famoso e rinomato. Tutto è cominciato all’EICMA lo scorso novembre quando ho incontrato in nuovi proprietari Marco Chiancianesi e Daniele Longoni e ci siamo subito intesi alla perfezione. Dopo questo primo contatto ho avuto una sensazione molto positiva sulla prospettiva di lavorare insieme. Sapevamo che le nostre aziende potevano essere complementari e che questa simbiosi avrebbe portato a tutti un enorme beneficio. Entrambi abbiamo avuto molto successo nel mondo delle corse e -unendo la nostra esperienza – sarà un matrimonio perfetto. La BB3, progettata dall’ingegner Acquaviva e il suo staff a Rimini è una moto fantastica con un grande potenziale. In Alstare siamo entusiasti di poterne fare lo sviluppo e portarla in pista per esaltare tutta la sua potenza. Ayrton è stato molto sfortunato con i tanti incidenti dell’anno scorso e – a dire il vero – non è mai stato al 100%. Nonostante tutte le difficoltà che abbiamo affrontato, ha comunque ottenuto un podio in condizioni proibitive e una fantastica Superpole in Germania, la prima della sua carriera. Credo sinceramente che Ayrton abbia un grande potenziale e sono sicuro che lavoreremo bene insieme, anche perché corrisponde perfettamente allo spirito di Alstare. Ho seguito i progressi di Christian in Supersport l’anno scorso e so che il ragazzo ha un talento genuino e la possibilità di andare lontano. Il suo manager, Giuliano Rovelli, ed io abbiamo parlato molto durante le vacanze di Natale e mi sembra che siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Per certi aspetti collaborerò con Giuliano e ParkinGo ma daremo maggiori informazioni una volta che l’accordo sarà concluso.* su riserva del rilascio dell’omologazione da parte della FIM e i suoi membri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu

Superbike, nuovi regolamenti 2022: arrivano i Judges of Facts

Axel Bassani Superbike

Superbike, Axel Bassani gira con Marc Marquez a Portimao

SBK Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Lotteremo ancora per il Mondiale”