Superbike Argentina: Yamaha può diventare la sorpresa?

Michael van der Mark conta di fare lo sgambetto a Kawasaki e Ducati. Il secondo posto nel Mondiale è a soli 26 punti

11 ottobre 2018 - 6:05

Il Mondiale Superbike è agli sgoccioli, il titolo è già assegnato e le due gare restanti in Argentina e Qatar sono già test in ottica 2019. Yamaha, la terza forza del campionato, sull’inedito  tracciato di El Villicum inedito per tutti conta di fare lo sgambetto a Kawasaki e Ducati. Michael van der Mark non vince da Donington, maggio scorso, ma è a soli 26 punti dal secondo posto ancora occupato dal ducatista Chaz Davies. Qui gli orari in pista e in TV

Da quello che ho visto il layout sembra abbastanza buono e non vedo l’ora di iniziare, sarà un venerdì interessante perché nessuno ha alcuna esperienza su questo tracciato e nessun dato” spiega Michael van der Mark. “La doppietta di Donington ormai è un ricordo lontano, quindi l’obiettivo in questi ultimi due round deve essere quello di tornare sul gradino più alto del podio almeno una volta.”

Alex Lowes è reduce da due uscite disastrose a Portimao e Magny Cours e dovrà dimostrare di meritare la fiducia che Yamaha gli ha concesso anche in chiave 2019. “Ci sarà un sacco di duro lavoro venerdì mentre cerchiamo di anticipare i tempi e di metterci in una posizione di forza per le gare di sabato e domenica. Sento di aver guidato meglio di quanto non si riflettesse nei miei risultati in Francia e sono fiducioso di poter finire la stagione con buoni risultati”. 

Foto: Diego De Col 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike Catalunya FP3, Jonathan Rea chi lo prende sul bagnato?

Superbike, Tito Rabat

Superbike, La Ducati deve piazzare Tito Rabat nel team Barni 2021

Superbike

Superbike Catalunya, fuoco alle polveri alle 14 gara 1 Diretta TV Sky Sport Collection