Superbike, Scott Redding

Superbike Aragon: Tempi alle 15:30 Redding davanti, Rea a casa

Il campione del Mondo non scende in pista: troppo freddo. A 90 minuti dalla fine Scott Redding porta la Ducati in cima alla classifica

14 novembre 2019 - 15:26

La Superbike impegnata nei test di Aragon deve di nuovo fare i conti con il maltempo. Come il giorno prima, anche oggi è stato una mattinata bagnatissima. Il primo a scendere in pista, con le rain, è stato Leon Camier caduto alla curva 9 dopo appena cinque giri. Si sospetta una nuova lesione alla spalla sinistra, dettagli qui. A metà pomeriggio la pista si è asciugata, ma la temperatura è bassa (appena 9°C) e il vento teso complica ulteriormente la situazione. Tanto che Jonathan Rea ha deciso che non ci sono le condizioni per andare al limite. La Kawasaki ha cancellato il programma di sviluppo previsto e il campione del Mondo è fuggito in aeroporto a Barcellona per prendere il primo volo per l’Irlanda del Nord.

REDDING MOLTO ATTIVO

Il britannico è stato uno dei più volitivi in entrambe le giornate, incurante delle difficili condizioni ambientali: già 32 le tornate a referto. Alle 15:30, cioè a 90 minuti dalla fine della sessione, è proprio Scott Redding il più veloce. Alle calcagna della Ducati sale la Yamaha di Toprak Razgatlioglu.

I TEMPI ALLE 15.30 

1.Redding (GB-Ducati) 1’51″478; 2. Razgatlioglu (Tur-Kawasaki) 1’51″674; 3. Davies (GB-Ducati) 1’52″091; 4. van der Mark (Ola-Yamaha) 1’52″246; 5. Lowes (GB-Kawasaki) 1’52″478; 6. Gerloff (Usa-Yamaha) 1’53″619; 7. Caricasulo (Ita-Yamaha) 1’54″053; 8. Camier (GB-Ducati) 2’03″047; Jonathan Rea oggi non gira

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea si lancia verso quota 100

Superbike, Magny Cours

Superbike Magny Cours, Gli orari in pista e le dirette SKY MotoGP HD e TV8

Superbike, Aprilia

Superbike, “Far correre l’Aprilia 1100 nel Mondiale? Non se ne parla”