Superbike: approvata la fusione tra Infront e Bridgepoint

Via libera dalla Commissione Europea

22 dicembre 2011 - 11:26

La Commissione Europea ha dato via libera all’acquisizione di Infront Sports and Media AG da parte di Bridgepoint Capital Group Limited. Dopo l’annuncio della fusione fatto ad inizio del settembre scorso dunque, la fusione tra la società svizzera e la private equity firm britannica ha passato l’esame forse più importante.

La Commissione ha infatti analizzato la questione secondo la normativa UE sulle fusioni, rilevando la limitata sovrapposizione delle attività dei due gruppi e, per questo motivo, non ha evidenziato eventuali problemi a livello di concorrenza, constatando allo stesso tempo la presenza valide e sufficienti alternative per i clienti del nuovo soggetto, in tutti i mercati di riferimento.

L’eventuale sovrapposizione è infatti riconducibile alla presenza attiva dei due gruppi nell’organizzazione di eventi di stampo motociclistico, ovvero la MotoGP per Bridgepoint e la Superbike per Infront. La Commissione ha valutato quindi gli effetti a livello di concorrenza di questa acquisizione in riferimento ai mercati, agli organismi di regolamentazione (la FIM), ma anche alle squadre, ai costruttori, ai gestori degli impianti, ai promotori locali, agli sponsor ed ai canali di telediffusione.

Per tutti questi soggetti interessati, nonostante la sovrapposizione orizzontale, non è stato rilevato un rischio a livello di concorrenza e di mancanza di alternative. Per questo motivo, La Commissione è giunta alla conclusione che questa operazione non impedirà l’effettiva concorrenza nell’area economica europea o in nessuna parte importante di essa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Eugene Laverty, BMW

Superbike 2020: Eugene Laverty in BMW, che coppia con Tom Sykes!

Team Pedercini, TPR, Superbike

Superbike 2020: Team Pedercini raddoppia e punta in alto

Eugene Laverty, Superbike 2020

Superbike 2020: Eugene Laverty, Kawasaki o BMW?