alex lowes superbike

Superbike: Alex Lowes “come un bambino nella notte di Natale”

Alex Lowes è arrivato in Italia con largo anticipo per i test a Misano. Vari allenamenti tra Emilia Romagna e Marche assieme al fratello.

23 giugno 2020 - 13:21

I circuiti riaprono ed i piloti non vedono l’ora di tornare in pista dopo un lungo stop. Non è da meno Alex Lowes, che in attesa della ripartenza della stagione 2020 si gode la leadership iridata dopo il primo ed unico round Superbike disputato. Il britannico, in Italia già da sabato scorso assieme alla famiglia, entrerà in azione mercoledi 24 giugno sul tracciato di Misano in sella alla sua Ninja ZX-10RR. Un primo assaggio di una ‘nuova normalità’ con il suo team ed al compagno di box Rea. Due giornate di test, prima di spostarsi in Spagna, al Montmeló.

Chiaramente bisognerà osservare tutta una serie di regole necessarie a causa della pandemia da Coronavirus. Test per tutto il personale, procedura che si ripeterà anche una volta conclusi i lavori, oltre a distanza sociale, mascherine, frequente igienizzazione delle mani. Alex Lowes ha scelto di muoversi con largo anticipo per arrivare in Italia senza problemi: rimarrà con la famiglia in una casa non lontana dal tracciato per tutta la durata dei test. Non manca il gemello e pilota Moto2 Sam, con cui si è allenato su alcune piste romagnole/marchigiane. In foto, i due piloti prima di iniziare a correre sulla pista di Fratte di Sassofeltrio (PU).

Il pilota KRT non nasconde l’emozione di tornare in sella alla sua Ninja ZX-10RR. “È stato frustrante non poter correre per così tanto tempo. Questa settimana? Mi sento come un bambino nella notte di Natale. In termini lavorativi, ripartiremo da dove ci siamo fermati. Per prima cosa dobbiamo ritrovare il giusto feeling con la moto, poi punto a godermela! Affronteremo anche un clima piuttosto caldo a Misano, ma sarà molto importante provare anche in queste condizioni.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Jonathan Rea e Valentino Rossi destini diversi “Se corro ancora a 41 anni, ditemi di smettere””

Superbike,Marco Melandri

Superbike: Marco Melandri, la pazza idea del ritorno Mondiale con Ducati

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista in ritardo, che succede alla Honda?