Loris Baz: “Potrei tornare in SBK durante la stagione”

Loris Baz è uno dei piloti rimasti senza sella alla fine dell'anno scorso. Ma la situazione potrebbe cambiare molto presto per il pilota francese.

13 marzo 2019 - 22:04

In alcuni campionati ci sono piloti rimasti senza sella a fine stagione. Loris Baz è stato uno di loro, ma l’incertezza attuale potrebbe concludersi presto. Il pilota originario di Sallanches è rimasto a piedi dopo una stagione completa in WSBK, successiva a ben tre stagioni nel Motomondiale con Forward Racing e Reale Avintia. L’anno scorso poi avrebbe dovuto disputare la tappa inglese in MotoGP, sostituendo l’infortunato Pol Espargaró in KTM, ma come sappiamo la gara è stata cancellata.

Come detto, dopo tre stagioni nel Campionato del Mondo è rimasto senza squadra, passando al Mondiale Superbike con BMW Althea. La moto non era particolarmente competitiva, ma ha potuto continuare a correre, ottenendo un sesto posto come miglior risultato. Nonostante ciò, non ha una moto per il 2019, ma qualcosa si muove: si rincorrono da tempo voci sul suo possibile ritorno nella categoria regina delle derivate di serie. Finora non c’è stata alcuna conferma, ma è lo stesso pilota a confermare l’ipotesi.

In ogni modo, Loris Baz non è troppo ossessionato da questa situazione. “Non avere una moto attualmente è un’opzione. Avrei potuto firmare con sufficiente anticipo, ma senza avere garanzie di rendimento. Una situazione simile a quella dell’anno scorso (con Althea), con la differenza che pensavo che le cose andassero meglio nel corso della stagione. Ho anche pensato che il progetto BMW avrebbe continuato a crescere con questa squadra. In pratica invece ci siamo accorti presto che il rapporto tra BMW e Althea non era dei migliori e che non sarei rimasto con loro.”

Come detto, ci sono molte voci riguardanti il destino del pilota francese, dal MotoAmerica al Campionato Francese Superbike. “Ho avuto varie possibilità: Inghilterra, Stati Uniti o Superbike. Volevo una moto che mi permettesse di dimostrare quello che so fare, nulla di più. Evidentemente non era il momento giusto, questo era chiaro nella mia testa” ha dichiarato Baz. “Difficile però ragionare sulla serietà del progetto quando sei un pilota con esperienza e vuoi correre. Alcuni piloti hanno potuto far rifiorire la propria carriera perché hanno potuto rifiutare brutte proposte per aspettare quelle buone. Non è facile, soprattutto quando sei giovane. Dopo essermene andato dalla MotoGP abbiamo pensato a non firmare nulla per aspettare una buona occasione. Dobbiamo valutare i pro e i contro.”

Secondo Loris Baz il problema è che ci sono “grandi differenze” tra le squadre in WSBK, precisamente tra Kawasaki, Ducati, Yamaha e tutti gli altri. “Non scagliare la prima pietra, ma cerca soluzioni che aiutino i team più piccoli a lottare” sottolineava Baz. “Si tratta di una questione finanziaria e materiale. La Superbike ha vissuto un periodo di transizione  e serve tempo per trovare un certo equilibrio tra moto e squadre. La soluzione secondo me è ispirarsi alle regole in MotoGP. Se vari team possono vincere, il campionato ha successo.”

Il pilota di Sallanches ha anche parlato con Sport-Bikes del suo passato, quando ancora non aveva un contratto. “Se non avessi firmato l’anno scorso con Althea avrei avuto altre occasioni per correre. Per esempio, prima che Syharin arrivasse in MotoGP, hanno contattato Yonny Hernández. Quindi, perché io no? Non c’è certezza ma sarebbe stato possibile” ha dichiarato l’ex pilota Althea Racing. “Succedono sempre tante cose durante una stagione, come incomprensioni in squadra o infortuni. Bisogna tenerlo a mente.”

“Fortunatamente l’ho capito a 25 anni e spero che questo mi permetta, incrociando le dita, di recuperare.” Loris Baz cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, anche se non è sempre facile. “Non è bello vivere l’inverno senza sapere del proprio futuro è complicato. Ci sono tonnellate di domande che ti passano per la testa. Mi sono allenato per tutto l’inverno, anche più del solito, soprattutto in moto. Mi sono preparato molto per l’inizio della stagione Superbike, nel caso ci fosse qualche possibilità.”

A Loris Baz quindi non rimane altro che sperare, anche se la pazienza non è una delle sue qualità migliori. “Sono rimasto nella più completa oscurità fino a dicembre, poi c’è stata una speranza… Da qualche settimana facciamo parte di un progetto. Abbiamo parlato molto di questo con il mio manager Eric Mahé, ci siamo sentiti per telefono circa tre volte a settimana. L’ottimismo motiva molto e adesso il progetto sta per diventare realtà. Dovrei tornare a correre in WSBK da Aragón o Assen per il resto della stagione. È sicuro al 99%…” Una delle possibilità (si parla quasi di certezza) è che Baz torni a competere con Ten Kate, che ha annunciato il rientro.

L’articolo ufficiale su motosan.es

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Eugene Laverty, BMW

Superbike 2020: Eugene Laverty in BMW, che coppia con Tom Sykes!

Team Pedercini, TPR, Superbike

Superbike 2020: Team Pedercini raddoppia e punta in alto

Eugene Laverty, Superbike 2020

Superbike 2020: Eugene Laverty, Kawasaki o BMW?