Ecco le regine della Superbike 2019

18 febbraio 2019 - 7:39

HRC era uscita dalla Superbike nell’ormai lontano 2002, da campione del Mondo con la VTR-SPW (bicilindrica) e Colin Edwards in sella. Dopo anni di delusioni, in Giappone hanno deciso di rompere i ponti con Ten Kate e fare tutto in proprio, avvalendosi della collaborazione di Moriwaki, tradizionale partner Honda, e della italiana Althea, vincitrice del Mondiale nel 2011 con la Ducati affidata a Carlos Checa. Leon Camier e Ryuichi Kiyonari cominceranno il Mondiale con le CBR-RR utilizzate alla 8 Ore 2018, ovviamente adattate al regolamento iridato, che è assai diverso da quello del FIM EWC. L’impegno HRC è molto forte, in Australia sono al lavoro una ventina di tecnici, una presenza che gli avversari, attoniti, non si aspettavano. Non c’è dubbio che Honda salirà al vertice, bisognerà vedere quanto tempo ci vorrà. Nei primi giri di Phillip Island il divario è sembrato ancora evidente, ma la stagione è lunga… La Honda adotta lo scarico Termignoni, cerchi OZ e, per adesso, freni Nissin. La italiana Brembo, che di HRC è fornitore in MotoGP, però si è già fatta avanti…

Commenta per primo