Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Baldassarri ha avuto occasione di provare la nuova F3 800RR, ma è presto per capire se anche lui farà il passaggio dalla Moto2: "La mia testa è alla MotoGP"

29 novembre 2021 - 17:25

Nella stagione 2022 saranno diversi i piloti pronti a passare dalla Moto2 (o Moto3, come nel caso di Kofler) alla Supersport e tra questi potrebbe esserci anche Lorenzo Baldassarri. Con tutte le porte chiuse (attualmente) nel motomondiale, l’italiano deve guardarsi intorno e cercare una soluzione per la prossima stagione, anche se ancora nulla è deciso. ‘Balda’, cinque vittorie e dodici podi, non ha scelto che strada intraprendere, ma nel frattempo ha avuto l’occasione di provare la nuova MV Agusta Supersport e avere una prima impressione a riguardo.

La Supersport una nuova occasione?

La struttura di Andrea Quadranti punta a un 2022 di vertice, complice anche il nuovo corso della Supersport e una F3 800RR pronta a dichiarare battaglia. Come accaduto ad altri piloti in passato, la Supersport potrebbe essere un nuovo trampolino di lancio per Baldassarri, che ha vissuto un 2021 travagliato dove poche volte è riuscito a trovare la quadra. Lorenzo per il momento non si sbilancia e tiene tutte le porte aperte, ma il salto nel paddock delle derivate potrebbe non essere impossibile se non addirittura l’unica opzione possibile.

“La mia testa è alla MotoGP, ma..”

“Vorrei ringraziare Andrea Quadranti e MV Agusta per questa occasione”, dichiara ai microfoni di worldsbk.com. “Mi sono divertito e ne avevo bisogno dopo una stagione difficile. Credo sia stato un bel test, mi sarebbe piaciuto addirittura girare di più”. Baldassarri non fornisce però dettagli sul suo futuro: “Sono un pilota e voglio vincere, ma se non ho le sensazioni per andare al limite come quest’anno preferisco fare altro, magari un altro lavoro. Tuttavia amo le moto e vorrei provare ancora il sapore della vittoria, magari la Supersport può essere una chance per il mio percorso”. Lorenzo prosegue: “La mia testa è alla MotoGP, ma il paddock delle derivate potrebbe essere un’opportunità. Le moto sono veloci e mi divertirei a competere qua. Rispetto a quelle del motomondiale sono diverse, ma sono altrettanto divertenti”.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3: Mario Suryo Aji, preparazione mondiale al Mandalika Circuit

bagnaia miller ducati motogp

MotoGP: il Ducati Team di Bagnaia e Miller si presenta a fine mese

MotoGP, Pablo Nieto e Valentino Rossi

Pablo Nieto: “Valentino Rossi può seguire la strada di mio padre”