Jonathan Rea, Alex Lowes

Jonathan Rea si mangerà il neo compagno Alex Lowes come Sykes e Haslam?

La Kawasaki ha preso il Alex Lowes per puntare al bis alla 8 Ore di Suzuka. Nel Mondiale finirà nelle grinfie di Jonathan Rea come Tom Sykes e Leon Haslam?

30 ottobre 2019 - 8:22

Jonathan Rea saluta il compagno-amico Leon Haslam e si appresta a dividere il box con Alex Lowes, in arrivo dalla Yamaha. Dopo aver martellato Tom Sykes per quattro annate, inducendolo a cambiare aria in BMW, il Cannibale non ha avuto alcun problema di coabitazione con Haslam, salito sul podio soltanto in sei occasioni e alla fine settimo nel Mondiale. Con la stessa moto Jonathan Rea ha vinto 17 gare e scalato il podio in 34 occasioni. Un confronto in famiglia che non è praticamente esistito. Adesso è lecito chiedersi se Alex Lowes sarà la prossima vittima predestinata, oppure se con la ZX-10R riuscirà ad alzare il livello. Diventando, magari, un’insidia per lo stesso Rea.

LOWES UNA SOLA VITTORIA

29 anni, britannico, Alex ha già alle spalle sei stagioni complete nel Mondiale, ma per adesso ha vinto solo una volta, a Brno 2018. Approfittando, per altro, di una delle rarissime cadute di Rea, che in quella circostanza venne sbattuto fuori pista senza complimenti da Tom Sykes. Il padrone di casa ha speso parole al miele per il neo compagno. “Con la Yamaha nel 2019 è andato forte (terzo nel Mondiale, ndr), e credo che porterà molta esperienza nel nostro team. Alex è uno di quei piloti con cui mi sento di più”. 

IL CONTATTO E’ CHIARITO

Alex Lowes approda in Kawasaki anche (o soprattutto?) in ottica 8 ore di Suzuka, gara mito dell’Endurance che ha conquistato tre volte con la Yamaha R1. Sul tracciato dell’ottovolante il gemello va fortissimo e con Jonathan Rea formerà un equipaggio formidabile. Resta il neo del contatto all’ultima curva di Jerez, quando sbagliando la frenata il campione del Mondo speronò Alex Lowes, facendolo cadere, e beccandosi una doppia penalità. “Non ci sono mai stati problemi fra noi, quel pomeriggio mi ha scritto subito un messaggio, ci siamo chiariti al volo.

IL DEBUTTO AD ARAGON

Alex Lowes salirà per la prima volta sulla Kawasaki Ninja ad Aragon il 13-14 novembre, nella prima tappa dei test invernali 2020. “Mi aspetto che sarà un compagno molto forte, anche Sykes e Haslam lo erano” è il parallelo di Rea. “Troverà una squadra incredibile e avrà la possibilità di fare la differenza, in Superbike il pilota conta moltissimo. Sono sicuro che farà un gran Mondiale 2020 e mi aspetto di dovermela vedere con lui nella lotta al vertice.”

Jonathan Rea, “In Testa, la biografia” Clicca qui per acquistare on line

1 commento

fabu
13:45, 30 ottobre 2019

quando Rea arrivò in Kawa nel 2015, Tom Sykes era la prima guida, vincitore di un mondiale nel 2013 e vice-campione di misura l’anno prima. colui che aveva riportato la verdona al vertice SBK vent’anni dopo Scott Russel. il rapporto tra loro fu di conseguenza. Haslam e Lowes sono chiaramente seconde guide.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport

Toprak, Yamaha

Andrea Dosoli: “Visto? Toprak è già veloce anche con Yamaha”

Lucas Mahias

Lucas Mahias, il debutto in MotoE gli costa un dito mignolo