Jonathan Rea a Jerez

Jonathan Rea: “Non ho nessuna paura della MotoGP”

Jonathan Rea risponde ad un fan in tema di MotoGP: "Non ho nessuna paura". Il sogno (irrealizzabile) è che Kawasaki sbarchi in Top Class come team factory.

21 gennaio 2021 - 14:35

Jonathan Rea vede andare in fumo anche la seconda giornata di test. Il sei volte iridato della Superbike si gode il successo sui social, dove ha raggiunto 350mila follower su Instagram. Nella lunga diretta con i fan di mercoledì, il nordirlandese della Kawasaki è ritornato sull’argomento MotoGP. Per lui altri due anni di contratto con la casa verde, poi potrebbe decidere di appendere il casco al chiodo e optare per una posizione manageriale. Resterà per sempre il sogno professionale mai realizzato.

Quando un tifoso gli dice che non dovrebbe avere paura della MotoGP, Jonathan Rea non si lascia attendere. “Non ne ho assolutamente paura“, e ribatte: “Puoi dire ai ragazzi che non devono aver paura di me e che qui possono gareggiare contro di me“. Il Cannibale chiuderà sicuramente la sua carriera in Kawasaki e ha lanciato già un amo all’azienda per il futuro. Vorrebbe proseguire come collaudatore o manager. L’ultima possibilità per ritornare in MotoGP sarebbe possibile solo se il suo marchio decidesse di approdare in classe regina. Ipotesi impossibile a breve termine. D’altronde negli ultimi anni i giapponesi non hanno mostrato alcun interesse per la Top Class.

Un team ufficiale Kawasaki in MotoGP sarebbe il grande sogno di Rea. “Sarebbe fantastico. Ho visitato la fabbrica in Giappone con Pere (Riba, capotecnico; ndr) alcuni anni fa“. A febbraio festeggerà il suo 34° compleanno e punterà al settimo titolo in Superbike consecutivo. Poco conta chi sarà il diretto avversario fra Scott Redding, Toprak Razgatlioglu o Alvaro Bautista. “Non lo so ancora. Dovremo aspettare e vedere“. E se qualcuno spera un giorno di vederlo nel TT all’Isola di Man resterà deluso. “No, ma mi diverto come spettatore“.

1 commento

Max75BA
21:36, 21 gennaio 2021

…per il futuro dovrebbe puntare al mondiali endurance

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp

MotoGP: marzo si apre con le presentazioni Petronas SRT e Suzuki

villa - mondiale motogp

MotoGP, la storia: le sfide tra fratelli nella stessa categoria (parte 1)

MotoGP, Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sarà divertente nel box con Valentino Rossi”