California Dream, le Superbike sul Golden Gate Bridge di San Francisco

Presentazione ad effetto per l'ottavolo round del Mondiale che si corre a Laguna Seca questo week end

21 giugno 2018 - 12:32

Siamo in America e la Superbike stavolta ha messo in scena un pre evento di grande effetto. Le Superbike, cioè le repliche in versione stradale dei modelli che corrono nel Mondiale, hanno fatto passerella sul Golden Gate Bridge, una delle icòne d’America, partendo da Vista Point, la piazzola sulla collina da dove si gode un panorama mozzafiato di San Francisco, con l’iquietante sagoma dell’isoletta della ex prigione di Alcatraz sullo sfondo. (qui gli orari del week end Usa in pista e in TV)

EROI – C’erano   Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team), Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), Eugene Laverty (Milwuakee Aprilia), Loris Baz ( GULF Althea BMW Racing Team) e wild card Josh Herrin (Attack Performance Two Wheel Legal Yamaha). Poi i piloti Superbike hanno fatto tappa nella zona del Fisherman Wharf, la zona più turistica di San Francisco. Qui al gruppo si sono aggiunti anche Jake Gagne e Patrick Jacobsen, i due piloti statunitensi che saranno al via nelle due manche di sabato e domenica, alle 23 ora italiana.

PROGRAMMA – Il tracciato di Laguna Seca si trova nelle vicinanze di Monterey, 180 chilometri a sud di San Francesco. In questa occasione il Mondiale correrà insieme al MotoAmerica, il campionato nazionale Usa. Come di consueto nella trasferta Usa non è presente la Supersport, che tornerà in pista nel roun di Misano, il 6-8 luglio prossimo (qui i biglietti).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea, i libri e CdM Edizioni

La leggenda Jeremy McGrath sulla Kawasaki di Jonathan Rea

Jonathan Rea da record, Alvaro Bautista potrebbe ribaltare tutto?