Superstock 600 Imola Gara: vince Marino, Guarnoni campione

Titolo con una gara d'anticipo per il pilota francese

25 settembre 2010 - 14:52

Colpi di scena nel finale della gara Superstock 600 sul circuito di Imola. Florian Marino (Honda Ten Kate Race Junior) vince una gara rocambolesca all’ultima curva complice la caduta di Leandro Mercado (Kawasaki BWG Racing) alla “Variante Bassa”, che ha coinvolto inoltre il romano Fabio Massei (Yamaha Piellemoto). Nell’incidente il pilota italiano ha urtato con la sua YZF-R6 contro il braccio del rivale, non potendo far nulla per evitarlo senza, tuttavia, alcuna conseguenza fisica per entrambi.

La wild card italiana proveniente dal CIV (nel quale è leader della medesima categoria) ha concluso quindi in seconda posizione, sfiorando il colpaccio dopo una gara superlativa. I tre piloti hanno sin dalle prime battute di gara preso il largo rispetto agli avversari ed hanno messo in piedi uno spettacolo di alto livello, con ognuno di questi che è apparso in diverse occasioni in grado di fare la differenza sugli altri due.

Nonostante la vittoria in gara di Marino, il connazionale Jeremy Guarnoni (Yamaha MRS Racing) ha conquistato il titolo di categoria, dopo aver condotto una gara accorta e sulla difensiva conclusasi con un sesto posto. Davanti a lui si sono classificati, oltre ai due sopra citati, il talento Giuliano Gregorini (Yamaha Bike Service Racing Team), il francese Stephane Egea (Yamaha Team ASPI) e il giovanissimo Riccardo Russo (Yamaha Bike e Motoracing).

Settimo posto per il nostro Davide Fanelli (Honda Allservice System by QDP), i transalpini Romain Lanusse (Yamaha MRS Racing) e Nelson Major (Yamaha Trasimeno), e il nostro Dino Lombardi (Yamaha Martini Corse). Da segnalare la brutta caduta che ha visto, al giro numero cinque, sfortunati protagonisti il britannico Glenn Irwin (Kawasaki Racedays, sostituto di Elliott e campione irlandese Supersport in carica) e il belga Gauthier Duwelz (Yamaha TNT Racing), con quest’ultimo che è stato trasportato al centro medico.

Superstock 600 European Championship 2010
Imola, Classifica Gara

01- Florian Marino – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 600RR – 10 giri in 19’39.031
02- Fabio Massei – Team Piellemoto – Yamaha YZF R6 – + 1.107
03- Giuliano Gregorini – Elle2 Promotion – Yamaha YZF R6 – + 8.442
04- Stephane Egea – Team ASPI – Yamaha YZF R6 – + 9.372
05- Riccardo Russo – Bike e Motor Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 10.416
06- Jeremy Guarnoni – MRS Racing – Yamaha YZF R6 – + 12.818
07- Davide Fanelli – All Service System by QDP – Honda CBR 600RR – + 13.120
08- Romain Lanusse – MRS Racing – Yamaha YZF R6 – + 13.660
09- Nelson Major – Team Trasimeno – Yamaha YZF R6 – + 14.077
10- Dino Lombardi – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 16.153
11- Tony Covena – Econocom – Yamaha YZF R6 – + 17.768
12- Fredrik Karlsen – MTM Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 20.337
13- Federico D’Annunzio – Martini Corse – Yamaha YZF R6 – + 33.710
14- Nicola Morrentino – Pit Lane Federzoni Racing – Yamaha YZF R6 – + 33.920
15- Steven Le Coquen – Team ASPI – Yamaha YZF R6 – + 35.811
16- Luca Salvadori – Bike Service Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 36.003
17- Francesco Cocco – Elle2 Promotion – Yamaha YZF R6 – + 42.172
18- Nacho Calero – Orelac Racing – Yamaha YZF R6 – + 43.245
19- Mircea Vrajitoru – C.S.M. Bucharest – Yamaha YZF R6 – + 43.323
20- Tomas Krajci – TK Racing Slovakia – Yamaha YZF R6 – + 43.849

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022

Superbike, Jonathan Rea e il team KRT

Superbike, KRT si scusa con Jonathan Rea: “Non abbiamo dato il 100%”