Superstock 600: “boom” di iscritti (italiani) a Imola

Attesi venticinque piloti, ben 10 dei quali italiani

22 settembre 2010 - 3:14

Gli appuntamenti italiani dell’Europeo Superstock 600 si confermano sempre i più generosi per quanto concerne lo schieramento di partenza: ben 25 piloti sono regolarmente iscritti all’appuntamento in programma questo fine settimana all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, 12 dei quali italiani. Oltre ai “regular riders” in lotta per la terza posizione di campionato Dino Lombardi, Federico D’Annunzio (entrambi su Yamaha Martini Corse) e Davide Fanelli (Honda All Service System by QDP), ci saranno 9 piloti provenienti dalla serie tricolore.

Su tutti spicca Fabio Massei, leader del CIV con la Yamaha del team Piellemoto, vicino alla conquista del titolo dove vanta un bel vantaggio su Lorenzo Zanetti impegnato a Imola con la Ducati SS Lazio Motorsport del Stop & Go Racing Team.

Rivedremo come al Nurburgring anche la coppia dell’Elle 2 Promotion Ciatti Racing, Giuliano Gregorini (nella foto, classe ’90 di Fano, 7° a Imola nel 2009) e Francesco Cocco, 15° al ‘Ring al debutto assoluto nella categoria a soli 15 anni di età appena compiuti.

Dopo la bella prestazione di Monza rivedremo il talento campano Riccardo Russo che sta ben figurando nella Yamaha R Series Cup e nel CIV, sebbene lo scorso weekend a Misano sia caduto al via (era già 2°) con la Yamaha del Bike e Motor Racing Team.

Esordio invece per Luca Salvadori, impegnato nella Yamaha R6 Cup sotto le insegne del Bike Service Racing Team, struttura che schiera Roberto Tamburini in Supersport. Per il team Pit Lane Federzoni Racing troveremo al via invece sempre su Yamaha Nicola Morrentino (20° lo scorso anno a Imola) e Daniele Aloisi, uno dei talenti da seguire del panorama motociclistico italiano che si divide tra 600cc 4 tempi e le 125cc della Coppa Italia. Da segnalare tra le wild card anche l’argentino Leandro Mercado con la Kawasaki BWG Racing, campione AMA SuperSport in carica, già al via di Monza (ha lottato per la vittoria fino al contatto con Marino alla Parabolica nel corso dell’ultimo giro) e Misano (protagonista di un bel duello con Fanelli, 5° sul traguardo).

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022