Superstock 600: a Silverstone con il campionato apertissimo

Sei piloti in corsa per la corona europea, Lombardi a -10

28 luglio 2011 - 3:49

E’ bastata una gara soltanto per riaprire il campionato. Alla luce dei risultati di Brno l’Europeo Superstock 600 propone una classifica “corta”, con sei piloti potenzialmente in gara per la conquista della corona europea targata UEM e Infront MotorSports, pronti all’assalto questo fine settimana a Silverstone per il sesto di dieci appuntamenti stagionali. Il giro di boa della stagione 2011 ha riportato alla vittoria l’Italia con Dino Lombardi, per la prima volta sul gradino più alto del podio in carriera nella classe under-22, ora a -10 da Romain Lanusse, fuori gioco al Masaryk Circuit depauperando il vantaggio accumulato nelle precedenti prove in calendario. Dino Lombardi, tuttora capoclassifica del Campionato Italiano Velocità (vincitore sabato scorso della prima manche al Mugello), farà di tutto per conquistare un’altra vittoria e completare la rimonta in classifica, anche per dare “slancio” al movimento motociclistico tricolore nella categoria a scapito della Francia, 23 successi a testa per le due principali nazionali della Superstock 600.

Se Dino Lombardi con la Yamaha R6 di Martini Corse partirà con grandi ambizioni per Silverstone (quinto lo scorso anno in una gara vinta dalla wild card Lukey Mossey, attuale protagonista del British Supersport), non sarà da meno Romain Lanusse, chiaramente alla ricerca del riscatto in sella alla R6 del MRS Yamaha Racing France. Il vincitore di Monza ora vanta soltanto 10 punti su Lombardi, 20 sull’australiano Jed Metcher, dal rendimento in crescendo nonostante la battuta d’arresto di Brno. Pienamente in corsa per il titolo continentale anche il trio composto da Michael Van Der Mark (pupillo di casa Ten Kate Junior Team, sul gradino più alto del podio ad Assen), il belga Gauthier Duwelz (MTM-RT Motorsports Team) ed il sorprendente americano ex-campione AMA SuperSport Joshua Day (Racedays Kawasaki), tutti con 30 punti di gap dalla vetta. Con cinque differenti vincitori nelle prime cinque gare stagionali (in rigoroso ordine cronologico Van Der Mark, Lanusse, Gregorini, Metcher e Lombardi), cerca ancora la prima affermazione europea il talento di casa Team Italia FMI Riccardo Russo, mentre punta ad un risultato convincente Francesco Cocco con la seconda Yamaha Martini Corse. Nel lotto dei piloti italiani al via della Stock 600 non manca Riccardo Cecchini (Triumph FRT), il rientrante Daniele Beretta (da Brno sceso dalla 1000 alla 600 con il Team Trasimeno) e Christian Gamarino, velocissimo a Brno, salvo ritrovarsi fuori gioco in gara per un inspiegabile “tamponamento” con Nelson Major nel giro di ricognizione.

Per una gara che inusualmente scatterà domenica alle 16:30 locali (le 17:30 in Italia) a chiudere il programma del week-end di Silverstone, sarà interessante seguire anche il portabandiera de “La Filiera” della Federazione Motociclistica Francese Stephane Egea (Team ASPI) così come lo slovacco Tomas Krajci, a sorpresa sul podio nel round “di casa” a Brno. Da non sottovalutare Austin DeHaven, campione nazionale AMA SuperSport in carica che lo scorso fine settimana è tornato in madrepatria correndo a Laguna Seca nella Daytona SportBike, 11° assoluto, non male come biglietto da visita per presentarsi in grande condizione per l’unica tappa britannica del calendario 2011 della Superstock 600. Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fim cev repsol

CEV, il calendario 2020: Doppio round in Portogallo, entra Misano

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport

Toprak, Yamaha

Andrea Dosoli: “Visto? Toprak è già veloce anche con Yamaha”