Superstock 1000: Vince Markus Reiterberger, Michael Rinaldi Campione Europeo

A causa della caduta al primo giro di Florian Marino a Michael Rinaldi basta un settimo posto per vincere il titolo Europeo Superstock 1000. Gara a Markus Reiterberger.

22 ottobre 2017 - 14:34

Michael Rinaldi è Campione Europeo Superstock 1000 2017! Il pilota riminese ha approfittato della sfortunata caduta al primo giro del suo rivale Florian Marino e si è assicurato il titolo accontentandosi semplicemente di un settimo posto. Grande gioia per il Ducati Aruba.it Junior Team, che grazie a Rinaldi ha vinto il titolo piloti sfuggitogli lo scorso anno per la sfortuna avuta da Leandro Mercado (fuori per problemi tecnici quando si giocava la vittoria con Raffaele de Rosa), mentre Toprak Razgatlioglu si classifica secondo in campionato a -5 da Rinaldi grazie al podio di Jerez.

RINALDI CAMPIONE – Rinaldi era arrivato in Spagna con 128 punti contro i 120 di Florian Marino e i 114 di Toprak Razgatlioglu e per vincere avrebbe dovuto ottenere un secondo posto in caso di vittoria di Marino. Il pilota francese è però finito a terra dopo poche curve a causa di un contatto con la wild card Alejandro Medina (poi penalizzato con ride through) e ciò ha facilitato non poco il compito di Rinaldi, che ha così potuto controllare la situazione forte anche dei quattordici punti di vantaggio sull’altro avversario Razgatlioglu. Rinaldi ha chiuso la gara al settimo posto, quattro posizioni più indietro del pilota turco (3°), e questo gli ha permesso di vincere il titolo con cinque punti di vantaggio grazie anche a tre vittorie (Aragon, Imola e Lausitzring) e nonostante un finale di stagione molto poco brillante. Nell’albo d’oro della Superstock 1000 Rinaldi succede a Raffaele de Rosa (2016) e Lorenzo Savadori (2015) e diventa così il terzo italiano a trionfare nelle ultime tre stagioni di questo campionato.

SFORTUNATO MARINO – Se Rinaldi gioisce per il titolo, dall’altra parte c’è la delusione di un Florian Marino che ha perso ogni chance per colpe non sue. Il forte pilota del team PATA Yamaha è infatti finito a terra poco dopo la partenza per un contatto con la wild card locale Alejandro Medina e nell’incidente è rimasto coinvolto anche Florian Alt. Marino è riuscito a ripartire, ma a causa del grande gap che si era creato la sua rimonta si è fermata al ventesimo posto. Marino può comunque essere contento della sua stagione, visto che dopo il grave infortunio di Assen 2016 ha conquistato ben cinque podi.

REITERBERGER CHE RITORNO – Oltre alla vittoria del titolo di Rinaldi, a Jerez bisogna celebrare anche il fantastico ritorno in Superstock 1000 di Markus Reiterberger. Il tre volte Campione IDM Superbike si è giocato la vittoria con Federico Sandi nella prima metà di gara e al settimo dei 15 giri previsti ha sorpassato il pilota di Voghera alla Dry Sac per poi iniziare un’inarrestabile fuga verso il successo. Alla fine “Reiti” ha trionfato con ben cinque secondi di vantaggio su Ilya Mykhalchyk, secondo con la Kawasaki del team Triple M Racing e al suo primo podio in Superstock 1000. Problemi fisici? Ma per piacere! Per il titolo 2018 c’è anche lui…

GLI ALTRI – Dietro a Reiterberger ottimo secondo posto di Ilya Mykhalchyk davanti a Toprak Razgatlioglu (che ha finito a -5 da Rinaldi con tre vittorie e due terzi posti e nonostante l’infortunio di Magny Cours), mentre Mike Jones ha chiuso con un quarto posto la sua prima stagione nell’Europeo Superstock 1000. Quinto posto in rimonta per Roberto Tamburini davanti a Jérémy Guarnoni e Michael Rinaldi. Delusione per Federico Sandi: il pilota di Voghera ha lottato per la vittoria fino a metà gara per poi subire un grande calo e passare sul traguardo in ottava posizione davanti a Marco Faccani e Andrea Mantovani. Queste le posizioni degli altri italiani: 12° Luca Vitali, 13° Federico D’Annunzio, 17° Gabriele Ruiu, 23° Emanuele Pusceddu, 27° Alex Bernardi e 31° Alessio Terziani.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

yari montella cev moto2

ESCLUSIVA Yari Montella: “Stavo per dire basta… Ora punto al Mondiale Moto2”

Leon Camier, Superbike

Superbike: Leon Camier “Non ho bisogno di un nuovo intervento”

Jonathan Rea campione Superbike

Superbike, Jonathan Rea: “Natale momento speciale per noi”