Superstock 1000 Monza Prove Libere 2: Baroni sul bagnato

Piove a Monza, cadono in tanti come Badovini

8 maggio 2010 - 5:39

Pioggia, pista bagnata: ecco come inizia la seconda giornata a Monza, con la Superstock 1000 ad aprire le danze alle 09:00 con la conclusiva sessione di prove libere. Con i tempi nell’ordine del 2’01” i piloti hanno fatto il possibile per non cadere nelle insidie del tracciato brianzolo, qualcuno con successo, altri un pò meno. Nella prima categoria rientra Lorenzo Baroni, autore del miglior tempo con la Ducati del binomio Borciani & Guandalini, sperando di perfezionare questa sua grande prestazione nelle qualifiche ufficiali del pomeriggio, dove è provvisoriamente in undicesima posizione.

A seguire in classifica con il secondo crono Ondrej Jezek, pilota ceco velocissimo nel 2009 su Honda, un pò meno quest’anno nel passaggio ad Aprilia. Discorso diverso per Ayrton Badovini, terzo salvo cadere nell’ultimo giro disponibile quando aveva già 8/10 di vantaggio al primo settore; medesima sfortuna per Loris Baz, addirittura al primo giro percorso, e per Marco Bussolotti, comunque quarto in classifica.

Ottima la quinta posizione di Nico Vivarelli, velocissimo sul bagnato con la KTM del team GoEleven, che ha preceduto altri nostri portacolori come Daniele Beretta con la seconda S1000RR di BMW Motorrad Italia, Danilo Petrucci (Kawasaki Pedercini), Davide Giugliano (Suzuki Team06, infortunatosi ieri per una caduta nella prima sessione) e Roberto Lacalendola, giunto al contatto nelle qualifiche del venerdì con Maxime Berger, ma in risalita con la Ducati del Stop&Go Racing Team.

Per completare il bilancio degli italiani è 11° Andrea Antonelli davanti al compagno di squadra al Team Lorini Eddi La Marra, 17° Marco Rosini alla seconda esperienza nella FIM Cup con la terza KTM RC8R del team GoEleven.

Superstock 1000 FIM Cup 2010
Monza, Classifica Prove Libere 2

01- Lorenzo Baroni – Team Pata B&G Racing – Ducati 1098R – 2’02.397
02- Ondrej Jezek – MS Racing – Aprilia RSV4 – + 0.426
03- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 0.447
04- Marco Bussolotti – All Service System by QDP – Honda CBR 1000RR – + 0.861
05- Nico Vivarelli – GoEleven – KTM RC8R – + 1.114
06- Daniele Beretta – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – + 1.317
07- Danilo Petrucci – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1.847
08- Davide Giugliano – Team06 – Suzuki GSX-R 1000 – + 2.192
09- Roberto Lacalendola – SS Lazio Motorsport – Ducati 1098R – + 2.331
10- Dominic Lammert – Lammert Motorsport – BMW S1000RR – + 2.651
11- Andrea Antonelli – Team Lorini – Honda CBR 1000RR – + 2.770
12- Eddi La Marra – Team Lorini – Honda CBR 1000RR – + 3.644
13- Maxime Berger – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 4.565
14- Pere Tutusaus – GoEleven – KTM RC8R – + 4.883
15- Kim Arne Sletten – MTM Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 5.704
16- Marcin Walkowiak – Bogdanka Racing – Honda CBR 1000RR – + 6.062
17- Marco Rosini – GoEleven – KTM RC8R – + 6.723
18- Chris Leeson – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 7.174
19- Michal Salac – MS Racing – Aprilia RSV4 – + 7.431
20- Tomas Svitok – SMS Racing – Honda CBR 1000RR – + 7.461
21- Philippe Thriet – SMS Racing – Honda CBR 1000RR – + 8.057
22- Mateusz Stoklosa – Lammert Motorsport – BMW S1000RR – + 8.973

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

dovizioso ducati motogp

MotoGP, Stoner: “Ducati non può permettersi di perdere Dovizioso”

acosta red bull rookies cup

Red Bull Rookies Cup, Austria: Pedro Acosta al fotofinish in Gara 1

petrucci espargaro motogp

VIDEO MotoGP: scintille Espargaró-Petrucci in pista e fuori