Superstock 1000 Magny Cours Prove 2: Canepa leader

Pista bagnata con due Ducati 1199 Panigale al top

5 ottobre 2013 - 6:06

Con 10 minuti di ritardo per le condizioni della pista (“allagata” in principio, soltanto “bagnata” nel finale) a Magny Cours si è disputata la seconda e conclusiva sessione di prove libere della Superstock 1000 FIM Cup con tanti piloti, vedi il poleman provvisorio Jeremy Guarnoni, saggiamente rimasti fermi in corsia box, altri che hanno sfruttato l’occasione per ritrovarsi in cima alla graduatoria dei tempi. Questo il caso di Niccolò Canepa, reduce dalla seconda esperienza stagionale in Superbike a Laguna Seca con il Team Ducati Alstare (4° in Superpole), con la Ducati 1199 Panigale R del Barni Racing Team autore del miglior riferimento cronometrico in 1’58″465, oltre 1″5 di vantaggio rispetto ad un altra Panigale condotta da Ondrej Jezek schierato dal SK Energy Racing Team.

Doppietta-Ducati, risale fino al terzo posto invece Sylvain Barrier che domani può giocarsi il secondo “match point” per la conquista del titolo di categoria pur figurando soltanto in sedicesima posizione nella graduatoria dei tempi delle Qualifiche 1. Il Campione in carica sarà costretto alla “rimonta”, trovando tuttavia buoni riscontri su pista bagnata in sella alla propria BMW HP4 tanto da precedere la wild card Axel Maurin (4° su Kawasaki MRS, miglior pilota “privato” del Championnat de France Superbike in questa stagione), i nosti Fabio Massei (5° e scivolato alla “Nurburgring”) e Lorenzo Savadori, sesto.

Sono scesi in pista nell’arco di una sessione interrotta da due bandiere rosse (la prima per l’incidente di Stephane Egea al curvone “Estoril”, la seconda e definitiva nel finale per la scivolata senza conseguenze di Leandro Mercado alla “Chateau d’Eau”) anche Alberto Butti (9°), Simone Grotzkyj Giorgi (10°) e Kevin Calia, già Campione italiano Moto3 e miglior esordiente quest’anno nel CIV Superbike, 15° con la Ducati-Barni ereditata dallo sfortunatissimo Eddi La Marra. Nel pomeriggio, alle 17:05, il secondo turno di qualifiche ufficiali.

Superstock 1000 FIM Cup 2013
Circuit Magny Cours, Classifica Prove Libere 2

01- Niccolò Canepa – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – 1’58.465
02- Ondrej Jezek – SK Energy Fany Gastro – Ducati 1199 Panigale R – + 1.588
03- Sylvain Barrier – BMW Motorrad GoldBet STK Team – BMW S1000RR HP4 – + 1.667
04- Axel Maurin – MRS Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 3.050
05- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 3.587
06- Lorenzo Savadori – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 3.991
07- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 4.087
08- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 4.133
09- Alberto Butti – Team GoEleven – Kawasaki ZX-10R – + 4.953
10- Simone Grotzkyj Giorgi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 5.208
11- Sebastien Suchet – Team BSR – Honda CBR 1000RR – + 5.891
12- Alen Gyorfi – H-Moto Team – BMW S1000RR – + 6.291
13- Greg Gildenhuys – BMW Motorrad GoldBet STK Team – BMW S1000RR HP4 – + 6.503
14- Eeki Kuparinen – Motomarket Racing – BMW S1000RR – + 6.680
15- Kevin Calia – Barni Racing Team – Ducati 1199 Panigale R – + 7.466
16- Stephane Egea – Delcamp Energie – Kawasaki ZX-10R – + 9.099
17- Santiago Barragan – Team GoEleven – Kawasaki ZX-10R – + 9.354
18- Jonathan Crea – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 9.927
19- Marc Moser – Triple M by Ducati Frankfurt – Ducati 1199 Panigale R – + 10.504
20- Tomas Svitok – SK Energy Fany Gastro – Ducati 1098R – + 10.699

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Troy Bayliss 3 volte campione Superbike

Superbike, Troy Bayliss: il vero motivo del ritiro dalle corse

Superbike Kawasaki

Superbike, test Portimao “La Kawasaki va più forte sul dritto”

Superbike Eugene Laverty

Superbike, Eugene Laverty “Nuova BMW più potente ma la strada è lunga”