Superstock 1000 Imola Gara: Ayrton Badovini imbattibile

Nona vittoria su 9 gare, bel confronto con Lorenzo Zanetti

26 settembre 2010 - 7:33

Non ci sono più aggettivi per descrivere la prova di Ayrton Badovini ancora una volta sul gradino più alto del podio, imbattuto in stagione. L’alfiere BMW Motorrad Italia, già laureatosi campione di categoria, ha trovato come unico avversario in questa corsa ad Imola il bresciano Lorenzo Zanetti (Ducati SS Lazio Motorsport) con il quale ha avuto un contatto a metà gara all’ingresso della “Variante Alta” ed è stato costretto ad un dritto, tuttavia rientrando in pista senza problemi (nello scontro Zanetti ha colpito inoltre la leva del freno anteriore di Badovini, con conseguente “stoppie” per il biellese).

Il nuovo vantaggio per l’ex pilota del Motomondiale classe 125cc non è però bastato: “Speedy” ha infatto ripreso in mano le sorti della corsa, e grazie ad un paio di giri da record, si è subito riportato sul pilota di testa, infilandolo alla “Variante Bassa” al termine dell’ottavo passaggio. Ennesima prova di forza quindi per la S1000RR ufficiale e per il centauro italiano, assoluto ed indiscusso dominatore della stagione 2010.

Completa il podio Maxime Berger (Honda Ten Kate Race Junior), mai stato in grado di lottare per il successo. Il francese ha preceduto Davide Giugliano (Suzuki Team06), autore di una gara superlativa dopo i problemi accusati in prova. A seguire il transalpino Sylvain Barrier (BMW Garnier Junior Racing Team), il quale è venuto a contatto con Eddi La Marra (Honda Lorini) alla “Variante Alta” nel corso dell’ultima tornata. Il pilota che vinse a Imola lo scorso anno nella Stock 600 ha avuto la peggio nell’urto, sbalzato dalla moto a causa di un highside, terminando la corsa contro le barriere in uscita dalla curva. I due, assieme a Giugliano, formavano un trio in lotta per la quarta piazza.

Sesto classificato è Lorenzo Baroni (Ducati Pata B&G), davanti a Danilo Petrucci (Kawasaki Pedercini), a Michael Savary (Motoracingparts STK1000),a Domenico Colucci (Ducati Barni Racing Team) e a Nico Vivarelli (KTM GoEleven). Giornata sfortunata per gli altri piloti italiani, viste le cadute di Michele Magnoni (Honda Bevilacqua Corse) e di Daniele Beretta (BMW Motorrad Italia) alla Tosa in due distinte accasioni, mentre per Andrea Antonelli (Honda Lorini) si è trattato di problema tecnico, accusato per la prima volta al terzo giro con il pilota umbro che ha provato a rimanere in pista, salvo poi ritirarsi definitivamente due tornate più tardi. Antonelli resta comunque in corsa proprio con Magnoni per la terza posizione in campionato che si deciderà tra 7 giorni a Magny Cours, l’ultima prova stagionale dove Ayrton Badovini punterà a completare la “stagione perfetta”.

Superstock 1000 FIM Cup 2010
Imola, Classifica Gara

01- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia – BMW S1000RR – 12 giri in 22’32.770
02- Lorenzo Zanetti – SS Lazio Motorsport – Ducati 1098R – + 0.960
03- Maxime Berger – Ten Kate Race Junior – Honda CBR 1000RR – + 9.632
04- Davide Giugliano – Team06 – Suzuki GSX-R 1000 – + 19.747
05- Sylvain Barrier – Garnier Junior Racing Team – BMW S1000RR – + 20.836
06- Lorenzo Baroni – Team Pata B&G Racing – Ducati 1098R – + 28.627
07- Danilo Petrucci – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 29.700
08- Michael Savary – Motoracingparts STK1000 – BMW S1000RR – + 29.841
09- Domenico Colucci – Barni Racing Team – Ducati 1098R – + 37.637
10- Nico Vivarelli – GoEleven – KTM RC8R – + 44.362
11- Danilo Andric – Kuja Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’04.230
12- Pere Tutusaus – GoEleven – KTM RC8R – + 1’04.274
13- Michal Salac – MS Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 1’06.388
14- Chris Leeson – Team Pedercini – Kawasaki ZX 10R – + 1’07.970
15- Tomas Svitok – SMS Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’08.887
16- Gabriel Berclaz – Berclaz Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 1’13.280
17- Randy Pagaud – Garnier Junior Racing Team – BMW S1000RR – + 1’14.153
18- Kim Arne Sletten – MTM Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1’17.008

Valerio Piccini

Servizio Fotografico Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Leon Haslam

Superbike, HRC ritarda gli annunci. Haslam: “Corro fino a 50 anni”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Redding e l’affronto di Bassani: “Ho mostrato la mia autorità”

Biker

Poker Run sulle moto: un evento di grande successo