Superstock 1000: Danilo Petrucci con il Team Pedercini

Doppio programma per la stagione 2010

8 gennaio 2010 - 13:00

Archiviato il 2009 che l’ha visto protagonista nell’Europeo Superstock 600 e nel CIV Stock 1000, il nuovo anno per Danilo Petrucci inizia nel migliore dei modi con un accordo che lo vedrà in pista in due campionati. Il talentuoso pilota di Terni correrà con il Team Pedercini nella Coppa del Mondo Superstock e nell’italiano Superbike, un doppio programma che gli consentirà di confrontarsi con i migliori della categoria e di “crescere” agonisticamente, confermando quanto di buono mostrato nel 2009.

L’unico mio desiderio per il 2010, budget permettendo visto i tempi, era quello di partecipare alla Superstock 1000 e anche al CIV“, ci ha detto Danilo Petrucci. “Secondo me più si sta in moto, più si impara, come ho scoperto nel 2009 d’altronde. Qualcuno era dubbioso sul fatto di correre sia con una 600 che con una 1000, ma ho smentito tutti e ho capito che era la via giusta.

Il mio obiettivo è di crescere sempre, ed anche se ho 19 anni non mi posso permettere di buttare via del tempo prezioso, così ho selezionato solo i Team che mi permettevano di fare due campionati. I fratelli Lorini non li conoscevo ma sono due persone eccezionali spinte ancora dalla passione per le corse, quelle persone che ci mettono il cuore e che mi hanno dimostrato una stima impensabile nei miei confronti. Però l’idea di Pedercini mi ha affascinato ancora di più: partecipare alla Coppa del Mondo STK 1000 e al CIV SBK“.

Con la squadra mantovana manca soltanto la firma, una formalità che sarà risolta nei prossimi giorni consentendo così a Danilo Petrucci di mostrare nuovamente il proprio valore.

Nei giorni passati ci siamo messi d’accordo anche se ancora non c’è la firma. Sarà il mio debutto sia nella Coppa del Mondo sia nel CIV SBK, però credo di poter dire la mia in entrambi i campionati. Ci sono molti piloti forti che sono esperti delle due categorie, mentre io sono al debutto in entrambe le classi. Ho imparato dagli errori che ho commesso nel 2009 e spero di essere cresciuto: sono stato sfortunato si, però nonostante tutto ero arrivato alla fine che potevo ancora giocarmela per il titolo della 600. Invece mi sono messo nei guai da solo facendo inutili calcoli per il titolo. Nella STK ci sono molti piloti veloci e smalizati però so che posso stare con loro, anche perchè credo di avere capacità e team alle spalle.

Nel CIV invece l’obiettivo è di imparare anche se uno come me non scende in pista con il target di fare da comprimario. Posso sfruttare una ottima moto, quella di Roger Lee Hayden, e un campionato che permette di imparare alla svelta. Non nascondo quindi che il mio sogno nel cassetto sia di vincere entrambi i campionati! So che è dura, ma se gira tutto per il verso giusto saranno gli altri ad essere preoccupati di me“.

Nel 2009 Danilo Petrucci è stato il pilota a collezionare più vittorie nella Superstock 600 (ben 3), chiudendo il campionato al quarto posto a soli 9 punti dalla vetta, epilogo condizionato da due incolpevoli contatti (Assen e Donington Park) con altri piloti. Di rilievo anche i risultati tra le 1000cc: Campione Europeo Junior ad Albacete, secondo posto assoluto nel CIV.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike Portimao: Toprak dà spettacolo in FP1, doppietta Yamaha

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea teme lo stop del Mondiale “Meglio essere davanti”

Superbike

Superbike Portimao, gli orari delle dirette TV su Sky Sport Arena e TV8