Superstock 1000 Assen Qualifiche 2: Barrier non si batte

Bissa la pole del 2011, Staring 2° con la Kawasaki

21 aprile 2012 - 13:47

Sta vivendo un vero e proprio stato di grazia, Sylvain Barrier. Vincitore (in rimonta) del primo appuntamento stagionale ad Imola, il pilota francese si è ripetuto nel secondo turno di qualifiche ufficiali al TT Circuit Van Drenthe di Assen riuscendo a ritoccare di 14 millesimi l’1’39″580 conseguito ieri, arrivando ad un significativo 1’39″566 che vale la seconda pole position in carriera nella Superstock 1000 FIM Cup, 12 mesi esatti dalla prima conseguita proprio qui ad Assen all’esordio da pilota BMW Motorrad Italia.

Alla quarta stagione nella categoria, Barrier punterà domani in gara (la partenza alle 10:30, ricco e gradito “antipasto” in vista della Superbike) alla seconda vittoria di fila e alla fuga in campionato, ritrovandosi in prima fila affiancato da un eccezionale Bryan Staring, secondo con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Pedercini. Campione australiano Superbike 2010, top-10 quest’anno da sostituto dell’infortunato Leandro Mercado in SBK a Phillip Island, Staring per una manciata di centesimi è riuscito a spuntarla su Lorenzo Baroni, 3° in griglia con la seconda BMW Motorrad Italia, con Loris Baz 4° a completare la prima fila con la Kawasaki del MRS Racing di Adrien Morillas.

Dalla pole di Imola, Eddi La Marra si ritroverà a scattare dalla seconda fila con il 5° tempo in sella alla migliore Ducati 1199 Panigale del Barni Racing (con l’investituta ufficiale del Team Italia), seguito a breve distanza dalla Honda Ten Kate di Fabio Massei (wild card qui ad Assen lo scorso 9 aprile con la stessa moto nell’ONK Dutch Superbike), dal compagno di squadra Lorenzo Savadori (7°) e Marco Bussolotti buon 8° con la Ducati 1098R del team slovacco SK Energy Racing.

A completare la folta ed ambiziosa pattuglia italiana della FIM Cup figura in 13esima posizione la Ducati 1199 Panigale dell’Althea Racing di Federico Sandi, chiude invece 20esimo l’unica Aprilia RSV4 APRC in griglia del M.V. Racing Team ed affidata all’ex protagonista del CIV 125 Massimo Parziani. Fuori dal 107 % il russo Alexy Ivanov, alla seconda gara nella Superstock 1000 con la Ducati 1199 Panigale del DMC Racing-Ducati Manchester.

Superstock 1000 FIM Cup 2012
Assen, Classifica Riepilogativa Qualifiche

01- Sylvain Barrier – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – 1’39.566
02- Bryan Staring – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 0.307
03- Lorenzo Baroni – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 0.322
04- Loris Baz – MRS Racing – Kawasaki ZX-10R – + 0.635
04- Eddi La Marra – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – + 0.828
06- Fabio Massei – EAB Ten Kate Junior Team – Honda CBR 1000RR – + 1.055
07- Lorenzo Savadori – Barni Racing Team Italia – Ducati 1199 Panigale – + 1.193
08- Marco Bussolotti – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – + 1.514
09- Jeremy Guarnoni – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 1.684
10- Markus Reiterberger – Team alpha Racing – BMW S1000RR – + 1.725
11- Matthieu Lussiana – Team ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 1.875
12- Christoffer Bergman – BWG Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 1.892
13- Federico Sandi – Althea Racing – Ducati 1199 Panigale – + 2.329
14- Kev Coghlan – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale – + 2.381
15- Tomas Svitok – SK Energy Racing Team – Ducati 1098R – + 3.760
16- Andrzej Chmielewski – Red Devils Roma – Ducati 1098R – + 3.780
17- Alen Gyorfi – MetalCom Adrenalin H-Moto – Honda CBR 1000RR – + 3.884
18- Randy Pagaud – Team OGP – Kawasaki ZX-10R – + 4.333
19- anilo Lewis – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 4.940
20- Massimo Parziani – M.V. Racing Team – Aprilia RSV4 APRC – + 5.223
21- Tiago Dias – Team Dias – Kawasaki ZX-10R – + 5.483
22- Philippe Thiriet – Team Brazil by ASPI – Kawasaki ZX-10R – + 5.932
23- Bogdan Vrajitoru – CSM Bucharest – Kawasaki ZX-10R – + 6.567
24- Alexey Ivanov – DMC Racing – Ducati 1199 Panigale – + 7.608

Servizio Fotografico: Diego De Col

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

honda hrc superbike

Superbike, Alvaro Bautista: “Fornire feedback utili agli ingegneri HRC”

Superbike, Leon Camier

Superbike, Leon Camier diventa team manager Honda HRC

Toprak Razgatlioglu

Kenan Sofuoglu: un piano per portare Toprak in MotoGP