Supersport Test Portimao: Laverty il più veloce sul bagnato

Pista bagnata e bandiera rossa nel finale

23 gennaio 2010 - 11:42

Pioggia nel corso della prima sessione del sabato dei test del World Supersport a Portimao. Tempi alti, distacchi consistenti tra una posizione e l’altra, un finale contraddistinto dall’esposizione della bandiera rossa a 12 minuti dal termine per una caduta che ha visto protagonista Bastien Chesaux, giovane pilota svizzero al debutto in Supersport dopo un biennio nel Motomondiale tra 125 e 250.

In tutto questo spicca il miglior tempo Eugene Laverty (nella foto), vice-campione del mondo in carica e vincitore a Portimao dell’ultima gara 2009. Il pilota irlandese con la Honda preparata dal team Parkalgar (finanziato quasi totalmente dall’Autodromo do Algarve) ha fermato i cronometri sull’1’59″045, staccando di mezzo secondo la Triumph di Chaz Davies e di quasi 7/10 Michele Pirro, sempre veloce in ogni condizione con l’unica Honda Ten Kate in azione a Portimao.

Ritroviamo al top anche il bi-campione del mondo Sebastien Charpentier, quinto all’esordio con la Triumph, anche se subisce un distacco di 1″7 dalla vetta. Seguono in graduatoria Praia, Foret, DiSalvo, Chesaux, Fujiwara e Paola Cazzola che ha girato molto concludendo la sessione con l’undicesimo tempo.

Le prove continueranno nel tardo pomeriggio non prima di ridare spazio alla Superbike per un altro sostanzioso turno di libere.

Supersport World Championship 2010
Infront Motor Sports Official Test Portimao
Classifica Turno 1 Sabato

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 1’59.045 (16 giri)
02- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 0.585 (16 giri)
03- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.677 (11 giri)
04- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 1.051 (20 giri)
05- Sebastien Charpentier – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 1.744 (17 giri)
06- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 1.794 (20 giri)
07- Fabien Foret – Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 1.945 (15 giri)
08- Jason DiSalvo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 2.365 (13 giri)
09- Bastien Chesaux – YZF Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 2.500 (18 giri)
10- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 3.416 (20 giri)
11- Paola Cazzola – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.496 (22 giri)
12- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 3.529 (11 giri)
13- Danilo Dell’Omo – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.754 (14 giri)
14- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 7.240 (18 giri)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Ducati

Superbike, la Ducati a Portimao si affida all’aerodinamica

Superbike, Scott Redding

Scott Redding tra Superbike e MotoGP: una ‘bomba’ nel box Ducati

Superbike, Yamaha

Superbike: Yamaha corre ai ripari, c’è un problema motori come in MotoGP?