Supersport: le novità in griglia per l’ultimo round a Jerez

Lagrive, Rogers, Faccani torna da wild card

15 ottobre 2013 - 23:54

L’ultimo round della stagione 2013, ma con diverse novità nello schieramento di partenza tra wild card e sostituzioni per il Mondiale Supersport a Jerez de la Frontera. Le principali riguarderanno il team Kawasaki Intermoto: se Luca Scassa è ormai impegnato a tempo pieno in MotoGP/CRT con la ART del Cardion AB Motoracing, tornerà in sella dopo due round nel Mondiale Superbike con la Kawasaki ufficiale David Salom. Accanto al maiorchino non ci sarà Florian Marino, fuori gioco a Magny Cours per la frattura allo scafoide sinistro, sostituito dal pluri-Campione del Mondo Endurance Matthieu Lagrive. L’esperto pilota transalpino, che con Intermoto aveva già corso (con Honda) nel 2008, era salito in sella alla Kawasaki Ninja ZX-6R di Marino proprio a Magny Cours qualificandosi in 21esima posizione, salvo incappare in una caduta domenica in gara. Sempre in termini di sostituzioni, il team PTR Honda continuerà a schierare accanto ai titolari Luca Marconi e Danny Webb il Campione AMA SuperSport East Division 2013 Corey Alexander (22° all’esordio a Magny Cours) e lo specialista delle corse su strada Lee Johnston, mentre in casa SMS Racing al posto di Balazs Nemeth correrà il 17enne britannico Fraser Rogers, attualmente impegnato nel CEV Moto3 con una KRP M3-02 Honda del Racing Steps Foundation.

Accanto a loro ci sarà da wild card il nostro Marco Faccani, protagonista quest’anno del CIV Supersport rientrando nella corsa al titolo di categoria con una Honda CBR 600RR del Team Evan Bros con il supporto di Honda Italia. Il pilota ravennate aveva già corso nel mondiale da wild card ad Imola lo scorso mese di giugno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding prepara il primo test BMW

Jack Miller

Jack Miller in prima fila nell’Australian Superbike al Bend

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea prepara la sfida: “Posso battere Razgatlioglu”