Supersport Kyalami Prove Libere 1: Laverty precede Sofuoglu

Sorprende la wild card Ronan Quarmby al top

14 maggio 2010 - 10:50

Prima sessione di prove libere della Supersport a Kyalami tra conferme e sorprese. Punto primo, Eugene Laverty in testa: non poteva che esser lui ad inaugurare il fine settimana sud africano della 600cc con il miglior tempo, arrivato carico e motivato dalla vittoria di Monza e, allo stesso tempo, sul gradino più alto del podio a Gauteng lo scorso anno.

Il pilota del team Parkalgar Honda ha fermato i cronometri sull’1’42″246, insediandosi al comando a 10 minuti dalla bandiera a scacchi resistendo anche all’avanzata di Kenan Sofuoglu, secondo a 106/1000, ma con un giro da “best time” assoluto gettato alle ortiche per un errore nell’ultimo tratto. Il pilota del team Ten Kate si ritrova comunque in seconda posizione davanti alla Kawasaki di Katsuaki Fujiwara e la sorpresa Ronan Quarmby, 19enne wild card del team BikeFin SafeSky Honda, in vetta alla classifica per oltre mezz’ora.

Quarmby, che nonostante la giovane età vanta trascorsi anche nel campionato britannico, può contare su una Honda seguita per questo weekend anche dal team Ten Kate, che ha offerto assistenza tecnica al team BikeFin SafeSky di Anassis: i risultati si sono subito visti!

A seguire in classifica con il quinto tempo la prima Triumph con l’esperto Matthieu Lagrive, il leader del mondiale Joan Lascorz in sesta posizione, più staccati Michele Pirro (7°) e Massimo Roccoli (8°) davanti all’altra wild card per questo evento, Lance Isaacs, che in molti si ricordano anche nel WSBK a inizio anni Duemila. Il bilancio dei piloti italiani viene completato da Andrea Boscoscuro in 16° (all’esordio a Kyalami) e Danilo Dell’Omo in 18° posizione, entrambi schierati dal Kuja Racing. Da segnalare, aspettando nel pomeriggio la prima sessione di qualifiche ufficiali, la caduta di Miguel Praia, scivolato al primo giro percorso nei minuti iniziali delle prove.

Supersport World Championship 2010
Kyalami, Classifica Prove Libere 1

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – 1’42.246
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 0.106
03- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 0.338
04- Ronan Quarmby – BikeFin SafeSky Honda – Honda CBR 600RR – + 0.561
05- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 0.746
06- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 0.886
07- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 1.093
08- Massimo Roccoli – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 1.742
09- Lance Isaacs – BikeFin SafeSky Honda – Honda CBR 600RR – + 1.791
10- Jason DiSalvo – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 1.985
11- Fabien Foret – Team Lorenzini by Leoni – Kawasaki ZX-6R – + 2.001
12- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 2.072
13- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 2.435
14- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 2.719
15- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 3.102
16- Andrea Boscoscuro – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 3.379
17- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 3.579
18- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 3.852
19- Danilo Dell’Omo – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 4.037
20- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 4.114

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Coronavirus

Superbike, al rientro dalla Spagna piloti e tecnici obbligati al test Coronavirus

Superbike, Can Oncu

Superbike, ad Aragon il 17enne Can Oncu assaggia la top class (VIDEO)

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea può fare la differenza anche ad Aragon?