Supersport Kyalami Gara: ancora Laverty, Sofuoglu leader

Cambio ai vertici della classifica della Supersport

16 maggio 2010 - 10:18

Quattro vittorie su sei gare, eppure Eugene Laverty non è ancora il leader della classifica del mondiale Supersport 2010. Non è bastata al pilota di Ballymena la terza vittoria di fila conseguita oggi con la Honda del team Parkalgar a Kyalami, in una gara risolta sostanzialmente dopo cinque curve dallo spegnimento del semaforo al via: Sofuoglu, scattato ottimamente dalla seconda posizione in griglia, è costretto a lasciar sfilare il pilota di passaporto irlandese, dando vita ad un ritmo impareggiabile che non ha consentito alcuna replica agli avversari, tanto da ritrovarsi con oltre 4″ di margine sul traguardo.

Laverty con questo risultato si porta al secondo posto in campionato alle spalle di Kenan Sofuoglu, nuovo capoclassifica e costantemente sul podio in questo 2010. Complici i problemi di Joan Lascorz, solo quinto ed in crisi per tutto il week-end di Kyalami, la classifica risulta più corta che mai in vista della tappa americana di Salt Lake City: Sofuoglu 117, Laverty 116, Lascorz 112.

Campionato avvincente per gare soporifere, con pochi sorpassi e soltanto il ricordo delle emozioni che si vivevano non meno di due stagioni or sono con almeno 5 piloti per la vittoria. A parziale consolazione il livello per le prime posizioni resta altissimo, tanto che non bastano i monumentali progressi della Triumph per portarsi in lotta per la vittoria, con Chaz Davies ancora terzo ed in 4° posizione in campionato con la Daytona 675 ufficiale del team BE1 Racing.

L’ex vincitore della 200 miglia di Daytona ha preceduto Michele Pirro, quarto con un bel balzo in classifica dove sale dall’undicesima alla sesta posizione, scavalcando anche il connazionale Massimo Roccoli scivolato nel tentativo di resistere a cinque piloti alle sue spalle per il 7° posto. Fuori anche Danilo Dell’Omo, un punticino per Andrea Boscoscuro con la seconda Honda del Kuja Racing con la speranza di poter continuare l’avventura in Supersport dopo l’esordio di Monza.

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo è Kenan Sofuoglu ad avere lo spunto migliore, ma bastano 5 curve a Eugene Laverty per riappropriarsi del comando. Il pilota di passaporto irlandese prova subito la fuga, ma la coppia Ten Kate composta dallo stesso iridato 2007 e Michele Pirro sembra tenere il passo, seguiti a maggior distanza da Fujiwara, Davies, Harms e Lascorz in piena rimonta.

Dopo i primi giri si prende coscienza del passo-gara dei fuggitivi Laverty e Sofuoglu, con Michele Pirro che resiste in terza posizione pur impensierito da un arrembante Chaz Davies, dietro Lascorz prova a passare non senza qualche difficoltà il compagno di squadra Fujiwara per la sesta piazza: il sorpasso avverrà soltanto al 7° dei 23 giri in programma.

La gara è decisamente soporifera, ma si anima nell’ultimo terzo di gara, quando Davies completa la rimonta e passa Pirro per la terza posizione, dietro Fujiwara ha non poche difficoltà a resistere ad un inferocito quintetto composto da Roccoli, Rea, Salom, Lagrive e Praia. Fuori gioco Fabien Foret che rientra ai box concludendo così un week-end da dimenticare per tutto il team Lorenzini by Leoni.

Verso la bandiera a scacchi, a 10 giri dal termine, Roccoli leader del folto gruppetto degli inseguitori scivola all’ingresso della “Westbank”, provando a ripartire anche se con moto disastrata e ultimissimo in classifica. Peccato per il pluri-campione italiano della categoria che consegna la 7° posizione a Lagrive in piena bagarre con l’altro pilota Intermoto Czech, Gino Rea. Le ultime (uniche?) emozioni arrivano nel finale con i problemi di Harms che aprono le porte nell’ordine a Lascorz, Lagrive e Salom. Vince Laverty, terza vittoria consecutiva e quarta stagionale, sul podio Sofuoglu e Davies.

Supersport World Championship 2010
Kyalami, Classifica Gara

01- Eugene Laverty – Parkalgar Honda Honda CBR 600RR – 23 giri in 39’13.215
02- Kenan Sofuoglu – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 4.184
03- Chaz Davies – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 9.609
04- Michele Pirro – HANNspree Ten Kate Honda – Honda CBR 600RR – + 12.912
05- Joan Lascorz – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 23.383
06- Matthieu Lagrive – ParkinGO Triumph BE1 – Triumph Daytona 675 – + 25.252
07- David Salom – ParkinGO BE1 Triumph – Triumph Daytona 675 – + 25.315
08- Robbin Harms – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 27.087
09- Gino Rea – Intermoto Czech – Honda CBR 600RR – + 32.358
10- Miguel Praia – Parkalgar Honda – Honda CBR 600RR – + 32.476
11- Lance Isaacs – BikeFin SafeSky Honda – Honda CBR 600RR – + 35.347
12- Katsuaki Fujiwara – Kawasaki Provec Motocard.com – Kawasaki ZX-6R – + 36.882
13- Alexander Lundh – Cresto Guide Racing Team – Honda CBR 600RR – + 48.961
14- Bastien Chesaux – Harms Benjan Racing – Honda CBR 600RR – + 1’06.978
15- Andrea Boscoscuro – Kuja Racing – Honda CBR 600RR – + 1’29.261

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Toprak

Superbike Portimao, Toprak si prende anche FP3 Yamaha velocissime

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding esagerato “Bautista con la Ducati andava a 5000 km/h”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea “Adesso io e la Ninja ci stiamo capendo”