Supersport: il bilancio di Kyalami per i piloti italiani

Pirro quarto, scivola Roccoli, un punto per Boscoscuro

17 maggio 2010 - 6:35

Quattro italiani in pista per la Supersport a Kyalami con Michele Pirro primo classificato per i nostri colori, quarto sul traguardo dopo esser stato a lungo in zona-podio. Il pilota del team Ten Kate ha pagato la brutta caduta nella giornata del venerdì: la spalla dolorante dopo 10 giri non gli ha consentito di resistere alla Triumph di Chaz Davies, chiudendo 4° con la soddisfazione, se non altro, di aver visto nuovamente il traguardo portandosi al sesto posto nella classifica di campionato. “In gara ho sentito molto dolore alla spalla per la caduta di venerdì“, ha ammesso il campione italiano in carica. “Dopo 10 giri avevo qualche problema nei cambi di direzione, non ero in grado di rispondere al sorpasso di Davies. Sono felice per aver concluso la gara, la mia moto era competitiva e credo che nelle prossime gare posso tornare sul podio“.

Era in lizza per la settima posizione Massimo Roccoli, ma una scivolata alla curva “Westbank” lo ha escluso dalla classifica. Peccato davvero per il portacolori dell’Intermoto Czech, che ha stretto i denti in seguito al brutto highside nel Warm Up. “Nella caduta del Warm Up sono stato vicino a fratturarmi la clavicola“, ricorda Roccoli. “Ero settimo, un risultato positivo per tutto quello che è successo, ma purtroppo sono scivolato e lì si è conclusa la gara“.

In casa Kuja Racing è stato un week-end a dir poco “complicato”, complici problemi di natura motoristica alle due Honda CBR 600RR che hanno costretto, tra l’altro, Danilo Dell’Omo al ritiro a due giri dalla bandiera a scacchi. Ha ottenuto un punticino alla seconda esperienza tra le Supersport Andrea Boscoscuro (nella foto), campione in carica dell’italiano Superstock 600, portando a 3 punti il bottino complessivo delle prime due prove nel mondiale con la speranza di poter continuare questa avventura.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

cortese superbike

Superbike: Fratture di vertebre e tibia per Cortese, verrà operato a Faro

redding superbike

Superbike: Scott Redding, il finale di Gara 1 è stato un calvario

Andrea Locatelli, Portimao

Supersport Portimao: Andrea Locatelli cala il poker, Jules Cluzel KO