Supersport: Garry McCoy parla del divorzio con BE1 Racing

Non parla di sue richieste economiche eccessive

20 gennaio 2010 - 6:06

Con un comunicato stampa Garry McCoy ha voluto chiarire a come si è arrivati al divorzio, clamoroso, con il BE1 Racing, squadra con cui ha corso nel 2009 e si apprestava a disputare il secondo anno con la Triumph Daytona 675 per puntare a risultati importanti. “The King of Slide” parla di una rottura “unilaterale” del contratto da parte di Giuliano Rovelli, titolare del Triumph BE1 Racing, spiegando la propria versione dei fatti che qui riportiamo.

Innanzitutto voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno mandato dei messaggi di sostegno in queste ultime ore. Sono scioccato, scioccato per come si è concluso questo rapporto di collaborazione dopo tutti gli ottimi risultati di questi ultimi due anni.

Questo per me sarebbe stato il terzo anno con la Triumph e sicuramente il migliore per tutti, sono convinto che saremmo riusciti a ottenere i risultati sperati. Nel 2008 avevo trovato l’accordo con la Triumph, marchio con cui mi son trovato sempre molto bene, hanno puntato sin dal principio su di me per lo sviluppo della moto.

Chiudere così una lunga collaborazione a pochi giorni dai test di Portimao è un danno incalcolabile, e non sto parlando dal punto di vista economico. Il mio obiettivo resta quello di continuare a correre, divertire i miei tifosi e tutti coloro che credono nel mio lavoro.

Ho letto su internet che questo divorzio sarebbe dovuto a mie richieste economiche eccessive: invito tutti a chiedermi quale siano stati le vere ragioni, non è dipeso da me“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acosta red bull rookies cup

Red Bull Rookies Cup, Austria: Pedro Acosta al fotofinish in Gara 1

Superbike, Coronavirus

Superbike, al rientro dalla Spagna piloti e tecnici obbligati al test Coronavirus

Superbike, Can Oncu

Superbike, ad Aragon il 17enne Can Oncu assaggia la top class (VIDEO)