Supersport Aegerter

Supersport Assen, prove: Aegerter vola, Odendaal e Gonzalez seguono

Nella prima giornata di prove Supersport ad Assen Aegerter continua a fare la voce grossa: Odendaal e Gonzalez provano a fermarlo

23 luglio 2021 - 17:54

In Supersport la musica al momento non cambia nella prima giornata di prove ad Assen. Il leader iridato Dominique Aegerter si mette tutti alle spalle dopo le due sessioni di libere sfoggiando un passo impressionante e una livrea nuova di zecca, che rievoca i fasti del passato. Inutile dire che il favorito numero uno per la vittoria in questo momento sia lui, ma i rivali non stanno a guardare. Odendaal prova a mettergli i bastoni tra le ruote in quello che è un weekend importante anche per il mondiale, mentre Manuel Gonzalez continua a ben figurare al vertice in attesa del primo podio di categoria.

Solo 4 piloti sotto il muro dell’1.38

Il sudafricano è solo 41 millesimi più lento di Aegerter, mentre Gonzalez paga mezzo secondo con un giro veloce effettuato durante alcuni sorpassi. Lo spagnolo del team ParkinGO è anche l’ultimo a scendere sotto la soglia del 38 al pomeriggio, mentre nella combinata gira in 37 anche Philipp Oettl. Krummenacher va invece in 38 ed è 5° nella combinata davanti a Cluzel, Oncu e Soomer, con Tuuli e Manfredi a chiudere la top 10.

Paura per Kawasaki

Federico Caricasulo è 11° davanti a De Rosa e Casadei (qua al posto di Pizzoli) e Bernardi, mentre Fabrizio completa un piccolo filotto italiano. Troviamo poi la “novità” Morais e la new entry Sebestyen prima di Webb, Takala e Taccini. Hendra Pratama è 21° davanti ad Alcoba e Lahti, che porta in pista una Suzuki. Fuligni è 24° davanti a Szkopek, Herrera e Frossard. Montella e Montero chiudono lo schieramento subito dopo Kawasaki. Il giapponese è stato protagonista di una caduta importante a 5′ dalla fine della FP2 provocando una bandiera rossa: moto distrutta, ma Shogo fortunatamente in piedi.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike, la quiete prima della tempesta tra Rea e Razgatlioglu?

Superbike

Superbike, Yamaha celebra il 60° anniversario con una livrea speciale

Superbike, Scott Redding

Superbike: Scott Redding teme il Montmelò “Non è in cima alla lista”