Supersport: annunciati i piani 2011 di Parkalgar Honda

Il team sta cercando il sostituto di Eugene Laverty

14 settembre 2010 - 1:47

Il team Parkalgar Honda rilancia la sua scommessa nel mondiale Supersport per il 2011, attraverso una continuità col passato ed alcuni evidenti, e soprattutto forzati, cambiamenti. La sicurezza al team la dà il prosieguo del connubio con il circuito di Portimao passando anche attraverso la riconferma di Miguel Praia, pilota portoghese che quest’anno ha mostrato notevoli miglioramenti e che punta per la prossima stagione ad un posto fisso nella top 6.

Il punto di svolta è rappresentato, ovviamente, dalla partenza dell’asso Eugene Laverty, ancora in lotta quest’anno per il titolo di categoria con due gare ancora da disputare, e che proseguirà la sua carriera in Superbike nelle file del team ufficiale Yamaha. Con all’attivo 11 vittorie di gara in due stagione, Laverty non può che ringraziare della proficua esperienza maturata in questo periodo.

“Devo ringraziare molto il team Parkalgar Honda per queste due grandi stagioni nel mondiale Supersport, visto che mi hanno dato a disposizione un pacchetto superbo, che mi ha permesso di mostrare al mondo le mie potenzialità.”

Ora la palla passa al team manager Simon Buckmaster, che dovrà riuscire nell’arduo compito di non far rimpiangere Eugene Laverty e, nonostante un nome certo non sia ancora ufficiale, l’inglese è convinto di poter trovare un pilota all’altezza, e sicuro della valore del mezzo che la squadra può mettere in pista.

“Eugene ha dimostrato quanto è competitiva la nostra moto Parkalgar Honda, ed è suo diritto compiere il passo in avanti e gli auguriamo il massimo. In quella che è la prospettiva del team, sto già parlando con un numero di scelte più o meno ovvie per il 2011, con in vista la possibilità di ricoprire ancora il ruolo di sfidanti per il titolo e di squadra in grado di contendere la vittoria in gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Mandalika

Superbike: Gran finale, a che punto è il Mandalika Street Circuit?

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: il salto nel vuoto con BMW

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022