Supersport 300 2019: Bruno Ieraci debutta con GP Project

Dopo varie stagioni in Moto3 Bruno Ieraci passa alla Supersport 300: correrà nel Mondiale con la Kawasaki del Team GP Project.

28 dicembre 2018 - 11:22

Dopo la promozione dal CIV di Paolo Giacomini, il Team GP Project si tinge ancor più di azzurro con l’ingaggio di Bruno Ieraci. Il pilota abruzzese affiancherà Giacomini, Alexandra Pelikanova e un altro pilota ancora da annunciare e la stagione 2019 sarà per lui la prima nel Mondiale Supersport 300.

Classe 2000, Ieraci ha raccolto podi e vittorie nel CIV (prima in PreMoto3 e poi in Moto3) dal 2014 al 2017 e parallelamente ha dato alla sua carriera una dimensione più internazionale. Campione Europeo Minimoto nel 2013, in quello stesso anno Ieraci è stato selezionato per correre nella Red Bull MotoGP Rookies Cup (monomarca KTM che affianca il Motomondiale in alcune tappe europee) e lì il giovane ha ottenuto vari piazzamenti nella top 10 nel biennio 2014/2015. Successivamente, il 18enne di Giulianova ha gareggiato nel FIM CEV Moto3 Junior World Championship negli anni 2017 e 2018, ottenendo come miglior risultato un sesto posto.

Con Ieraci, il Team GP Project si è assicurato un pilota di talento ed esperienza. A breve la squadra spoletina annuncerà il suo quarto pilota per il Mondiale Supersport 300 2019.

Bruno Ieraci: “Dopo svariati anni con la Moto3 sentivo il bisogno di cambiare strada e sono davvero contento di poterlo fare col Team GP Project. Credo molto nel potenziale del team e nel loro progetto e non vedo l’ora di provare la Kawasaki Ninja 400, moto la cui competitività è ormai sotto gli occhi di tutti. Sono grato al team e a Kawasaki Europe per questa opportunità e credo che insieme ci toglieremo molte soddisfazioni.

Alessio Altai (team manager GP Project): “È un vero piacere poter lavorare con Bruno Ieraci. Seguo Bruno fin da quando correva con le minimoto e in questi anni l’ho visto sempre ad alti livelli, per esempio quando nel 2016 si è giocato il titolo nel CIV Moto3. Il talento non gli manca e a dimostrarlo è il fatto che alcuni dei piloti con cui ha lottato, spesso battendoli, negli ultimi anni siano arrivati al Motomondiale. La Kawasaki Ninja 400 sarà una novità assoluta per lui e la speranza è che riesca ad adattarsi il più presto possibile. Siamo convinti che con Bruno si possa fare molto bene.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Eugene Laverty, BMW

Superbike 2020: Eugene Laverty in BMW, che coppia con Tom Sykes!

Team Pedercini, TPR, Superbike

Superbike 2020: Team Pedercini raddoppia e punta in alto

Eugene Laverty, Superbike 2020

Superbike 2020: Eugene Laverty, Kawasaki o BMW?