Novità e conferme per la Yamaha R1 Cup 2019

4 febbraio 2019 - 13:30

E’ stato ancora una volta il palco del Motor Bike Expo di Verona ad aprire la stagione agonistica del trofeo Yamaha R1 Cup. Il palcoscenico d’eccezione offerto dalla kermesse veneta ha salutato i Campioni 2018 del monomarca della Casa di Iwata e ha proposto spunti d’interesse per un 2019 che si preannuncia di grandissimo livello.

Nuovamente insieme al CIV

Giunto alla quarta edizione, il trofeo organizzato dal Moto Club Motoxracing e da EMG Eventi, in collaborazione con la filiale italiana di Yamaha Motor Europe, si confermerà nuovamente come punto di riferimento nel programma del Campionato Italiano Velocità, con un calendario che prevede 7 round in 6 weekend sui più prestigiosi circuiti d’Italia.

Format invariato, ma…

Alla presenza del Racing Manager di Yamaha Motor Fabio Albertoni e di Luca Lussana, sono state svelate le nuove carene e le novità relative al monomarca della casa dei Tre Diapason. Sul piano tecnico, la vera rivoluzione del Trofeo Yamaha R1 Cup 2019 riguarderà gli pneumatici, dato che i piloti saranno liberi di scegliere la marca da utilizzare. Il collaudato format di gara non subirà variazioni, con l’assegnazione di punti extra per la pole position e per il giro più veloce in gara. Confermata anche la sottoclassifica “Time 103%”, stilata in base al best lap in qualifica.

Dalla R1 Cup al CIV Superbike

Dopo una stagione di altissimo livello, sia in termini sportivi che di spettacolo in pista, il 2018 ha incoronato campione Agostino Santoro, premiato sul palco del Motor Bike Expo dopo una stagione dominata con sei vittorie su sette gare disputate. Il meritato successo nel Trofeo Yamaha R1 Cup ha spalancato al campano le porte del CIV Superbike 2019, confermando il ruolo formativo del trofeo monomarca della Casa dei Tre Diapason.

Coming soon

Dopo la pausa invernale, il campionato riservato alle Yamaha YZF-R1 e R1M si aprirà sul Misano World Circuit il 31 marzo prossimo e si chiuderà ad inizio ottobre sul circuito “Piero Taruffi” di Vallelunga, dove si scoprirà il vincitore dell’ambito montepremi finale (composto da moto e scooter Yamaha). A breve verranno annunciati dagli organizzatori nuovi Challenge con premi gara messi in palio dagli sponsor tecnici, realizzando così una proposta di primissimo livello.

Hanno detto

Fabio Albertoni (Racing Manager Yamaha Motor): “Il trofeo Yamaha R1 Cup è ormai parte integrante del segmento Racing di Yamaha. Il trofeo cresce di livello ogni anno, migliorando costantemente la propria qualità sportiva e la comunicazione. Tutto ciò sta avvenendo grazie a partner importanti come Motoxracing, che con impegno e passione ci aiutano a portare in pista sempre più piloti in un contesto professionale, ma dai costi contenuti.

Luca Lussana (Racing Specialist Yamaha Motor): “La stagione appena conclusa ci ha regalato gare spettacolari e combattute fino all’ultimo giro, con tempi sul giro di rilievo. La nostra R1 nella in configurazione Cup è volutamente vicina alla versione standard, per garantire il bilanciamento ottimale tra prestazioni al top e costi. Grazie a questi fattori, il nostro trofeo si è sempre contraddistinto per aver dato a tutti i partecipanti la possibilità di guerreggiare con moto tecnicamente omogenee. Partendo da questo principio, siamo certi che anche nel 2019 sarà premiata la bravura ed il talento del singolo pilota.

Sandro Carusi (Team Manager Motoxracing): “È stato un 2018 molto impegnativo ma ricco di emozioni e soddisfazioni. Per la terza stagione consecutiva abbiamo dimostrato che la R1 Cup è un trofeo di altissimo livello con tanti team al via e con numerosi piloti di talento in griglia di partenza. Ci auguriamo di continuare su questa strada con l’obiettivo di aumentare l’interesse del pubblico e degli addetti ai lavori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Europeo Mini Road Racing 2019, Assen

Assen: Europeo Mini Road Racing 2019 Pokerissimo Italia

british talent cup

British Talent Cup: Il titolo 2019 si decide a Silverstone

All Japan Superbike

All Japan Superbike Motegi: Nakasuga torna alla vittoria