Tony Cairoli: “Valentino non era agguerrito, pensava di vincere facile”

La supersfida di Monza fra leggende della moto lascia qualche sospetto: Rossi l'ha fatto vincere?

10 dicembre 2018 - 9:15

Nella Superfinale del Monza Rally Show Tony Cairoli è stato  micidiale e velocissimo, capace di dimenticarsi degli 80 cavalli di deficit della sua Hyundai i20 Wrc rispetto alla Fiesta  Wrc Plus di Valentino Rossi, che in precedenza aveva vinto il rally per la settima volta, vincendo tutte le nove speciali, un record. Lo scontro fra motociclisti è stato serratissimo (qui il video):  dopo 4 giri del percorso allestito sul rettilineo principale tra i due appena 59 centesimi. «Ci ho provato, ma lui in finale ha girato 3-4 secondi più veloce — spiega Valentino con un sorriso che fa intuire qualche dubbio —. Dove li ha trovati? Non so. Nelle batterie io ero andato forte, girando in 2’48”, lui in 2’51”, mentre in finale siamo scesi a 2’47”. Nell’ultima sosta ai box hanno trovato qualcosa. Sono stati bravi».

RIVINCITA – Tony ci teneva molto, e anche i tuoi tifosi, che hanno festeggiato con questo coro:  «E per quelli con 80 cavalli in meno, hip hip hurrà». Cairoli però nel dopo festa ha evitato polemiche. «Nel Rally era impossibile avvicinarlo, ma nel Masters sapevo di avere qualche chance. Lui è partito piano, meno agguerrito, forse pensava di vincere facile. Però io nella finale contro Longhi mi ero un po’ nascosto, per dare il tutto per tutto contro Valentino. È stata una delle finali più tirate che abbia mai fatto».

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

BSB Test Portimao: O’Halloran precede Redding e Forés

Ducati non si ferma: Bautista e Davies doppio test ad Aragon

Bedon (Snipers Team): “Fenati è completamente cambiato”