Test Sepang, Valentino Rossi: “Vinales aveva ragione sul freno motore”

Valentino Rossi 6° dopo la prima giornata di test a Sepang. Yamaha al lavoro su telaio, elettronica e aerodinamica. "Evidenziati i problemi, adesso bisogna risolverli".

6 febbraio 2019 - 15:24

Valentino Rossi ha esordito con la sua nuova Yamaha M1 targata Monster nei test di Sepang. La moto scesa in pista è diversa da quella vista alla presentazione per quanto concerne l’aerodinamica. A quanto pare gli ingegneri di Iwata hanno spostato l’attenzione su questa area tecnica per compiere quell’atteso ulteriore step. Il Dottore ha compiuto un totale di 56 giri, firmando il suo miglior crono in 2’00″054, a soli 3 millesimi dal quinto classificato Danilo Petrucci.

Atmosfera eccellente in Yamaha

Tra le novità estetiche anche un nuovo casco per il pesarese che, come da tradizione, ha presentato una grafica ad hoc. Sono bastate poche tornate per attestarsi sul 2’00, può ritenersi soddisfatto dopo la prima giornata, ma c’è ancora molto lavoro da fare. “Abbiamo evidenziato i punti deboli della Yamaha. Ma c’è ancora molta strada da fare prima che vengano eliminati“. D’altronde il circuito malesiano ha un layout che si è sempre rivelato favorevole al suo stile di guida e alle caratteristiche della M1. “Ieri ho parlato molto con gli ingegneri Yamaha, hanno buone idee per la nostra moto, l’atmosfera nella squadra è eccellente. I tecnici sono concentrati, vogliono cambiare le cose giuste.”

Yamaha lavora su telaio, elettronica e aerodinamica

Rispetto al prototipo intravisto a Valencia e Jerez lo scorso novembre, Valentino Rossi ha riscontrato importanti passi avanti. A cominciare dal freno motore, un particolare su cui ha pressato tanto Vinales. “E aveva ragione, perché ora abbiamo una soluzione migliore se confronto la moto con il test di Jerez alla fine di novembre. Abbiamo fatto progressi sul motore, sull’elettronica e sul telaio. Oggi ci occupiamo anche delle prestazioni con pneumatici usati. E se si confrontano i tempi sul giro con la concorrenza, non siamo messi male. Abbiamo iniziato bene, ma abbiamo bisogno di ulteriori miglioramenti“. Rispetto all’ultimo test ufficiale la casa madre ha messo a disposizione un pacchetto di aggiornamenti più ampio, che riguardano anche telaio ed elettronica. Nuovo anche il pannello aerodinamico intravisto nella prima giornata. “A Valencia e Jerez avevamo solo piccoli aggiornamenti. Qui abbiamo novità più importanti. Sono felice dei progressi. Come ho detto: gli ingegneri, Maverick ed io, siamo d’accordo sui punti deboli della moto. Ma non è tutto. Dal rilevare i punti deboli alla loro rimozione la strada è lunga“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

BSB Silverstone, gara 2: Tarran Mackenzie, la rivincita

British Talent Cup: Cameron Horsman vince Gara 2