Senior TT

Clamorosa vittoria di Dean Harrison al Senior TT 2019

Dean Harrison (Silicone Engineering Kawasaki) conquista il Senior TT 2019 in seguito ai problemi di Peter Hickman, beffato proprio sul più bello.

7 giugno 2019 - 13:14

Incredibile epilogo dell’edizione 2019 del Senior TT. La gara più prestigiosa (e probante) dell’Isle of Man TT proietta sul gradino più alto del podio Dean Harrison anche grazie ai problemi occorsi da Peter Hickman. Candidato #1 alla vittoria, dopo la seconda sosta in programma “Hicky” ha perso progressivamente terreno lasciando così a “Deano” la gioia del primo personale hurrà al Senior TT.

HARRISON FA FESTA

Per Dean Harrison, al via sempre con una Kawasaki Ninja ZX-10RR del Silicone Engineering Racing, un successo inseguito da tempo e concretizzatosi soltanto nel finale. Iniziato il Senior TT con un rimarchevole 133.99 mph con partenza da fermo, fino alla seconda sosta Harrison si è proposto in qualità di più diretto inseguitore di Hickman con un gap superiore ai 15″. Proprio dopo il secondo pit stop in programma, Dean ha sfruttato le disavventure occorse dal rivale aggiudicandosi la terza vittoria in carriera al TT, oltretutto con gli pneumatici (italiani) Metzeler.

BEFFA PER HICKMAN

Vincitore in questa edizione di 3 gare tra Superbike, Supersport e Superstock, Peter Hickman era pronto per il poker. Dopo un strabiliante avvio (134.284 mph con partenza da fermo!), il tuttora recordman sul giro del Mountain Course ha incrementato il proprio vantaggio su Harrison, almeno fino alla seconda sosta. Da quel momento in avanti ha perso progressivamente terreno per qualche inconveniente occorso alla BMW S1000RR dello Smiths Racing. Le top speed a Sulby (40 km/h persi nel finale: 260 contro i canonici 300) confermano le problematiche riscontrate, con un innalzamento eccessivo delle temperature accertato nelle dichiarazioni post-Senior TT da parte del diretto interessato.

PODIO PER CUMMINS

Magra consolazione, Peter Hickman per 5″ e spiccioli è riuscito a conservare il secondo posto dagli assalti di Conor Cummins, terzo con Padgett’s Honda. Quarto Michael Dunlop (Tyco BMW by TAS) a precedere James Hillier (Bournemouth Kawasaki) ed il giovanissimo Davey Todd (Penz13 BMW). Conclude settimo Michael Rutter con la Honda RC213V-S, fuori con la Norton invece John McGuinness. Ritiro alla conclusione del primo giro anche per il nostro Stefano Bonetti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Markus Reiterberger

Markus Reiterberger riparte dall’ASB1000 per la stagione 2020

Valentino Rossi pronto per l’endurance: “Ci siamo divertiti da bestia”

Valentino Rossi ad Abu Dhabi

Valentino Rossi sul podio della 12 Ore del Golfo: 1° nella categoria Pro Am