Tourist Trophy: la gara delle moto elettriche cambia nome e diventa TT Zero

Novità per il 2010

30 gennaio 2010 - 12:42

Dopo lo straordinario successo del TTXGP, gara che ha visto vincitore Rob Barber (nella foto) su Agni, per il TT 2010 ci sarà il debutto della classe TT Zero. La gara del 2009 delle moto elettriche ha dato un forte impulso allo sviluppo delle moto ad emissioni zero ed alcune delle soluzioni portate in gara si riverseranno nella produzione di serie.

La gara della classe TT Zero è in programma per Mercoledì 9 giugno, alle 16:30, dopo le gare della Superstock e della Supersport. Ci saranno anche sessioni di qualifica il 5 giugno e 7. Questa corsa sarà gestita dalla ACU Events Ltd che prende il posto della TTXGP Ltd. Si utilizzerà il regolamento FIM aggiornato alle ultime normative.

Ci sarà un premio di 10.000 sterline per il pilota che supererà le 100 miglia orarie (160, 9 km/h) di media sul giro del Mountain Circuit. Nel 1957 Bob McIntyre, in sella ad una Gilera, abbattè per primo questo limite ritenuto fino ad allora non alla portata delle moto dell’epoca. McIntyre fece segnare il tempo di 22’24,4 alla media di 101,03 mph (162,55 km/h). Rob Barber, nel 2009, fece segnare il giro record del TTXGP con il tempo di 25’53,5 alla media di 87,434 mph (140,68 km/h).

Il ministro del Turismo Martyn Quayle ha detto: “Abbiamo potuto vantare una partnership di successo con la TTXGP Ltd, e vorrei cogliere quest’occasione per ringraziarli per il lavoro svolto nel 2009. Siamo impazienti di accogliere nuovi concorrenti nel 2010 per testare il loro valore sul circuito del Mountain“.

I regolamenti e moduli di iscrizione per la gara delle TT Zero sono disponibili sul sito ufficiale del TT www.iomtt.com. Il termine ultimo per le iscrizioni è Venerdì 26 marzo.

Giuseppe Corona

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Red Bull Rookies Cup 2020

Red Bull Rookies Cup, a Spielberg il primo round del 2020

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1