Tourist Trophy: il disastro HM Plant Honda al Senior TT

Non si cercano giustificazioni

14 giugno 2010 - 3:30

Il team più decorato e titolato del Tourist Trophy di questi ultimi anni a secco di successi. HM Plant Honda, squadra di riferimento Honda Racing UK anche nel British Superbike, ha vissuto un’edizione 2010 dell’Isle of Man TT da dimenticare in fretta ripensando già al prossimo anno. Le moto, velocissime come dimostrano le 192.800 mph conseguite dai propri piloti a “Sulby”, sono parse fin troppo fragili.

John McGuinness è stato costretto alla resa non solo nella gara Superbike, ma anche al Senior TT al terzo giro a “Glen Helen”. Ironia della sorte nello stesso punto si è fermato poco più avanti anche Keith Amor, compagno di squadra e sostituto dell’infortunato Steve Plater, vincitore del Senior TT 2009.

Non so cosa dire, stavo andando bene poi la mia moto si è ammutolita“, ha detto John McGuinness. “Ho provato a riavviarla in tutti i modi, ma non c’è stato niente da fare. So che i ragazzi hanno lavorato molto, la mia Superbike era velocissima, ma adesso dobbiamo già pensare all’anno prossimo“.

Havier Beltran, team manager HM Plant Honda, si è pubblicamente scusato con piloti e sponsor per quanto accaduto, senza tuttavia spiegare qual è stato il problema: serviranno ulteriori “indagini interne” per arrivare alla causa di questa debacle.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team