Mid Antrim 150: 5 su 5 per Ryan Farquhar, assenti gli altri “big” dell’Irish Road Racing

66esima edizione dell'evento

19 giugno 2012 - 9:00

Al termine di un abbondante mese di sosta per consentire ai piloti di affrontare la North West 200 ed il Tourist Trophy, l’Irish Road Racing è tornato d’attualità con la 66esima edizione della Mid Antrim 150, dal 1946 di scena al Clough Circuit di 3.539 miglia da quasi 110 mph di media sul giro, evento che ha vissuto nell’ultimo lustro non poche turbative tra problemi di natura organizzativa ed economica (2008) e la controversa cancellazione dello scorso anno per un (presunto) sabotaggio da parte della popolazione locale, con oltre 1 kilometro di nastro d’asfalto inondato d’olio e kerosene nella nottata prima della disputa delle gare in programma. Anticipata a giugno rispetto alla tradizionale collocazione nel mese di agosto, la Mid Antrim 150 ha offerto al pubblico nel “Race Day” di sabato 16 giugno ben 10 gare ed un montepremi invidiabile da 10.000 sterline grazie alla bontà del lavoro svolto da Mid-Antrim Motor Club e dall’apporto di sponsor locali. Nonostante queste premesse, diversi “big” del Road Racing hanno deciso di mancare l’appuntamento al Clough Course: dai fratelli Michael e William Dunlop, già assenti lo scorso anno, passando per Davy Morgan, Adrian Archibald e, ultimo nella lista, Michael Pearson, il quale ha annunciato il forfait venerdì sera dopo aver affrontato le prime prove su asfalto bagnato. Senza questi attesi protagonisti, si conferma sempre più effettivo “ambasciatore” della specialità Ryan Farquhar, presente mettendo mano al proprio portafoglio per onorare l’impegno considerati i precedenti impegni alla North West 200 e Tourist Trophy. Con sole 2 settimane di sosta post-TT, il nativo di Dungannon è riuscito grazie al proprio team KMR Kawasaki a presentarsi regolarmente a Mid Antrim lavorando direttamente “in loco” nella preparazione della Ninja ZX-10R Superstock 2009 con la sostituzione del serbatoio dalla versione più “capiente” per il TT a quello abitualmente adoperato per le gare “sprint” dell’Irish Road Racing. Oltre a queste modifiche, complice la mancata disponibilità della propria ZX-6R Supersport (in revisione dopo il TT), ha “noleggiato” direttamente sul posto la sua ex-Ninja ZX-6R (colorazione verde) ceduta lo scorso anno a John Duggan, al fine di correre anche tra le 600cc. “Flying Ryan”, che ha confermato l’impegno anche nei prossimi eventi del calendario (Bush Road Races, Skerries, Walderstown, Southern 100 e la Gold Cup di Scarborough), ha prevedibilmente dominato la scena con la vittoria nelle 5 gare disputate: la “Grand Final”, Superbike, Supersport, SuperTwins e 450cc, portando a 186 il numero delle vittorie conseguite in carriera nell’Irish Road Racing, 27 delle quali a Mid Antrim staccando Ray McCullough ed il leggendario Joey Dunlop fermi a quota 15.

Alla 21esima affermazione stagionale tra Cookstown, Tandragee, Mid Antrim ed i due successi al TT e NW200 nella classe SuperTwins, Farquhar non ha avuto problemi nel dominare la finalissima con oltre 10″ su Derek Sheils, 24 su John Burrows inusitatamente ai comandi di una Kawasaki ZX-10R complice la mancata disponibilità dei ricambi della propria Suzuki GSX-R 1000, tuttora in fase di riparazione presso il workshop di TAS Racing. Se Farquhar ha vinto anche tra le classi Superbike (sempre con la ZX-10R Superstock del 2009), Supersport, SuperTwins e 450cc, le altre vittorie di giornata sono andate a Paul Robinson (125), Tommy Henry (250 GP) e Rodney Patton (Senior Support). Tra le moto d’epoca successo di Richard Ford nella “Senior Classic” (500/1000cc) con una splendida Norton 920, mentre Keith Costello è salito sul gradino più altro del podio nella “Junior Classic” (350/500cc) con una Drixton Honda 350. Mid-Antrim 150 2012 I vincitori delle gare in programma Gara 1 – Hugh Fitzsimons & Son/Vivo Clough Senior Support: Rodney Patton (Suzuki GSX-R 750) Gara 2 – Ballymena Borough Council/Cleaning Doctor Junior Classic: Keith Costello (Drixton Honda 350) Gara 3 – Maine Surface Finishing Superbike: Ryan Farquhar (Kawasaki ZX-10R) Race 4 – Robert Logan Hardware Junior (250 GP e 400cc): Tommy Henry (Honda RS250) Gara 5 – Braehead Cakes Supertwins: Ryan Farquhar (Kawasaki ER6) Gara 6 – Hill Contracts Supersport: Ryan Farquhar (Kawasaki ZX-6R) Gara 7 – Donna’s Design Moto 3 & Moto 450: Robinson (Aprilia 125) e Farquhar (Kawasaki KX450) Gara 8 – The Peoples Race Junior Support: Ronnie Scott (Kawasaki 650) Gara 9 – Clough Rangers Supporters Club Grand Final: Ryan Farquhar (Kawasaki ZX-10R) Gara 10 – G&G Ross Quarry & Stone Crushers Senior Classic: Richard Ford (Norton 920) Mid-Antrim 150 2012 Classifica Clough Rangers Supporters Club Grand Final 2012 01- Ryan Farquhar – KMR Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 7 giri in 14’06.298 (105.380 mph) 02- Derek Sheils – Amigos Racing – Honda CBR 1000RR – + 10.334 03- John Burrows – Cookstown BE Racing – Kawasaki ZX-10R – + 24.250 04- Shaun Anderson – Team GAS Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 27.325 05- Jamie Hamilton – KMR Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 30.108 06- Michael Sweeney – MJR Racing – Yamaha YZF R6 – + 40.200 07- Paul Cranston – P & J Fuel Haulage – Honda CBR 600RR – + 40.752 08- Brian McCormack – CD Racing – Honda CBR 1000RR – + 56.465 09- Seamus Elliott – Logan Racing – Yamaha YZF R6 – + 58.311 10- Sam Wilson – Logan Racing – Yamaha YZF R6 – + 1’05.707 11- Michal Dokoupil – Indi Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 1’06.882 12- Dennis Booth – Dennis Booth – Yamaha YZF R6 – + 1’20.675 13- Trevor Ferguson – Trevor Ferguson – Triumph Daytona 675 – + 1’27.923 Irish Road Race Superbike Championship 2012 La Classifica dopo i primi 3 round (Cookstown 100, Tandragee 100, Mid Antrim 150) 01- Ryan Farquhar – 70 02- Michael Dunlop – 45 03- Shaun Anderson – 35 04- Michael Sweeney – 29 05- John Burrows – 26 06- Derek Sheils – 26 07- Michael Pearson – 24 08- Paul Cranston – 20 09- Jamie Hamilton – 17 10- Adrian Archibald – 16 Duke Road Race Rankings 2012 La Classifica dopo la Mid Antrim 150 01- Ryan Farquhar – 1682 02- Michael Dunlop – 582 03- John McGuinness – 572 04- Cameron Donald – 497 05- William Dunlop – 497 06- Alastair Seeley – 460 07- Bruce Anstey – 403 08- Michael Rutter – 374 09- Chris Palmer – 355 10- James Hillier – 351 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Michele Pirro

Superbike: CIV, Michele Pirro svetta nelle libere al Mugello, poi il diluvio

Lorenzo Lanzi

Lorenzo Lanzi, il vincitutto Ducati: “Adesso ci provo con la Panigale V4”

British Talent Cup, verso il 2020 con un nuovo test a fine luglio