Red Bull Rookies Cup Mugello Gara: vince Hiura, Calia e Antonelli vicini al podio

Ottima prova degli italiani al Mugello

5 giugno 2010 - 13:20

Ritenuto grande favorito per la conquista del titolo 2010 della Red Bull Rookies Cup, Daijiro Hiura ha dato dimostrazione oggi al Mugello di talento ed un pizzico di aggressività che non guasta mai. Il pupillo di Noboru Ueda, 15 anni di Nagoya (città natale di Noriyuki Haga) di cui gli ultimi tre trascorsi a correre in Europa, ha vinto l’unica gara prevista sul tracciato toscano per la Rookies Cup, sferrando l’attacco decisivo su Scholtz all’ingresso dell’ultima curva, la “Bucine”, giusto all’ultimo giro. Sporadicamente in testa nelle fasi iniziali, Hiura ha messo in pratica una strategia perfetta che gli ha consentito di vincere davanti a sette determinati avversari, due dei quali italiani.

Le buone notizie arrivano infatti dalle prestazioni dei nostri portacolori, con Kevin Calia, talento imolese che già corre ad alti livelli nel Campionato Italiano (è pilota ufficiale della Rumi), quarto sul traguardo e virtualmente sul podio fino all’ultima staccata. Al terzo anno nella categoria l’ex dominatore di Minimoto e trofeo Metrakit tra Italia ed Europa ha ottenuto un risultato di buon auspicio per il prosieguo della stagione e carriera.

Medesimo discorso per Niccolò Antonelli, esordiente nella Rookies Cup, che ha confermato l’ottima prova di Jerez chiudendo sesto risultando, a tratti, il più veloce in pista. L’ex stella delle minimoto ha lottato senza problemi con i più (relativamente) esperti Mathew Scholtz e Danny Kent saliti sul podio ed in piena corsa per il titolo, ritrovandosi davvero vicino al podio.

In nona posizione ha invece concluso Alessio Cappella, tamponato ieri da Brady Nowlan, non al meglio fisicamente ma comunque in grado di comandare il secondo gruppetto alle spalle dei primi 8 di testa. Tredicesimo invece Alejandro Pardo in rimonta, uscito di pista al primo giro per un’azzardata manovra di Arthur Sissis, altro talento australiano un pò troppo arrembante al Mugello ai danni dei nostri portabandiera. Tra 20 giorni si ritorna in pista al TT Circuit Van Drenthe di Assen, questa volta con due gare in programma.

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo Ruiz riesce a confermare la pole, tenendo il comando alla “San Donato” davanti a Scholtz, Hiura, Binder, Kent e Antonelli sesto davanti a Calia, autore di una buona partenza. Non altrettanto si può dire lo stesso per Alejandro Pardo, rimasto intrappolato nel gruppetto degli inseguitori e coinvolto in un tentativo omicida-suicida di sorpasso da parte di Arthur Sissis alla “Bucine”: entrambi si ritrovano nelle vie di fuga, costretti a ripartire nele ultime posizioni.

Nessun particolare stravolgimento al termine del primo giro, è dalla seconda tornata in avanti che la gara si anima con il classico plotone di otto piloti racchiusi in un fazzoletto: Kent rompe gli indugi e si porta in testa, seguono Binder e Gagne (addirittura 16° in griglia!) con i nostri Antonelli e Calia in piena corsa per il podio.

Al quinto giro Scholtz sfrutta una tripla-scia in pieno rettilineo conquistando il comando su Ruiz, ma alle loro spalle Niccolò Antonelli si fa notare con il miglior giro in 2’04″546, seppur ottavo in classifica, ma a soli 0″566 dalla vetta nell’infernale pattuglia dei piloti di testa.

A metà gara l’ordine dei primi 8 vede Scholtz leader su Kent, Binder, Calia, Ruiz, Antonelli, Gagne e Hiura con anche situazioni di “four-wide” in rettilineo. Forse si è arrivati ad un punto di svolta della corsa: Brand Binder prende la prima posizione e subito un abbondante 1″ di vantaggio su Kent, ora in bagarre con gli inseguitori dove si nota Calia combattivo specialmente nella staccata della “San Donato”.

Tentativo di fuga solo abbozzato, i giovani colleghi si ricongiungono proponendo una prospettiva di volata finale dove è escluso Harry Stafford, partito male, volato a terra alla “Arrabbiata 1” per evitare un pilota un pò troppo largo in inserimento della prima destra cieca in salita. Si arriva presto all’ultimo giro con Scholtz che si ritrova leader su Hiura e Calia, ma si tocca con Daijiro Hiura all’ingresso della “Bucine”: il pupillo di Noboru Ueda si apre così una porta utile per ottenere la prima vittoria stagionale davanti allo stesso Scholtz, Kent, 4° Calia seguito da Ruiz, Antonelli (6°), Gagne e Cappella (9°). Pardo è 13° in rimonta.

Red Bull Rookies Cup 2010
Mugello, Classifica Gara

01- Daijiro Hiura – JPN – 15 giri in 31’22.777
02- Mathew Scholtz – RSA – + 0.277
03- Brad Binder – RSA – + 0.280
04- Danny Kent – GBR – + 0.288
05- Kevin Calia – ITA – + 0.302
06- Daniel Ruiz – ESP – + 0.309
07- Niccolò Antonelli – ITA – + 0.384
08- Jake Gagne – USA – + 11.499
09- Alessio Cappella – NGR – + 24.906
10- Philipp Oettl – GER – + 24.953
11- Alexander Kristiansson – SWE – + 25.136
12- Taylor Mackenzie – GBR – + 39.977
13- Alejandro Pardo – ITA – + 39.978
14- Tomas Vavrous – CZE – + 40.031
15- Arthur Sissis – AUS – + 40.088
16- Xavier Pinsach – ESP – + 51.503
17- James Flitcroft – GBR – + 56.317
18- Deni Cudic – AUT – + 56.378

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Brno

MotoGP, Valentino Rossi: “Piloti Yamaha fortissimi tranne me”

bagnaia motogp

MotoGP: Francesco Bagnaia operato, obiettivo rientrare a Misano

zarco motogp

MotoGP: Johann Zarco, unica luce Ducati nel sabato a Brno