Red Bull Rookies Cup Brno Gara 2: vince Techer, Sissis sbaglia, Baldassarri torna leader

Incredibile epilogo a Brno

14 agosto 2011 - 12:39

A due curve dalla bandiera a scacchi, un colpo di scena rivoluziona la corsa al titolo 2011 della Red Bull MotoGP Rookies Cup. Arthur Sissis, leader di campionato presentatosi con un discreto margine sui più diretti inseguitori all’ultimo giro di Gara 2 all’Automotodrom di Brno, in completa solitudine, senza alcuna pressione addosso commette un errore da… rookie: highside nella variante in salita, conseguente caduta ed un zero pesante ai fini campionato. Da un potenziale + 20 a – 6 a vantaggio di Lorenzo Baldassarri, tornato leader grazie al sesto posto rimediato in una manche rocambolesca dove ha vissuto rischi incredibili (il contatto con Xavier Pinsach nei primi giri su tutti), ma dove a dispetto del rivale per la corsa alla Rookies Cup non ha commesso alcun errore.

Buone notizie dunque per il nostro “Lory Balda” in vista del gran finale di Misano Adriatico in agenda ad inizio settembre, dove potrà conquistare il titolo alla personale stagione d’esordio nel monomarca che dal 2007 affianca il Motomondiale, anche se non potrà sbagliare con soltanto sei punticini di margine nell’unico avversario per il traguardo finale. Al di fuori del contesto-campionato, la seconda manche di Brno ha offerto una contesa combattutissima e ricca di emozioni con ben 12 piloti racchiusi in poco più di 1″ e Alan Techer abile a conquistare la seconda vittoria stagionale dopo il Sachsenring, beffando per soltanto 34 millesimi al fotofinish Tomas Vavrous, di casa al Masaryk Circuit.

Balzato al comando dopo l’errore di Sissis, Techer ha avuto ragione anche di un combattivo Scott Deroue, terzo sul traguardo a precedere James Flitcroft e Stefano Valtulini, quinto a conferma di una costante crescita in questo suo primo anno nella Rookies Cup dopo aver già sfiorato il podio (sfumato per la miseria di 52 millesimi) in Gara 1. Una giornata senza dubbio positiva a Brno per il movimento italiano delle due ruote, vissuta con la vittoria di Andrea Iannone in Moto2, il podio in MotoGP di Andrea Dovizioso e Marco Simoncelli, ma anche i giovani talenti della Rookies Cup protagonisti: Baldassarri nuovo leader, Valtulini 5° sul traguardo, a punti anche Andrea Migno (13°) e Kevin Arginò (14°) il tutto aspettando il gran finale di Misano Adriatico in agenda per il 3 settembre.

Cronaca di Gara

Con Joe Roberts vincitore della prima “gara sprint” disputatasi ieri sulla distanza di cinque giri dopo l’interruzione per pioggia, oggi all’Automotodrom di Brno splende il sole con Florian Alt che scatta dalla pole position, in prima fila il nuovo leader della classifica Arthur Sissis, terzo ed in vantaggio di 4 punti su Lorenzo Baldassarri quinto in griglia. Proprio il pilota australiano allo spegnimento del semaforo ha lo spunto migliore, guadagna il comando delle operazioni anche se alla successiva staccata della curva 3 si vede sfilare nell’ordine da Alt e Pinsach; nelle posizioni che contano si nota anche Lorenzo Baldassarri, abile a guadagnare il quarto posto in uscita dallo “Stadium” subito a stretto contatto con il rivale Sissis, Valtulini è invece 11°, Arginò 12°, Migno 20°.

Si chiude il primo giro con Xavier Pinsach che riesce a beffare Florian Alt per la testa della corsa, a seguire Sissis, Baldassarri e Vavrous, quintetto al comando raggiunto da una folta schiera di inseguitori. Prevedibilmente la gara è iper-spettacolare con sorpassi ad ogni curva: più volte nei primi giri la leadership passa di mano, da Alt a Pinsach, da Sissis a Vavrous, nel frattempo si evidenzia Techer in piena rimonta tanto da mostrarsi nella top-4.

Al quarto giro Lorenzo Baldassarri, quarto in classifica, sfiora il contatto con James Flitcroft nei pressi della variante in salita: d’altronde in 2 secondi ci sono ben 20 piloti (!) ed il rischio è dietro l’angolo. La conferma arriva alla successiva tornata, con Pinsach che in pieno rettilineo “tampona” Baldassarri, tocca la leva del freno con conseguente capottamento in avanti. Grande paura, ma il giovane pilota spagnolo se la cava ed un incolpevole Baldassarri può proseguire la corsa ritrovandosi in bagarre con Sissis in quarta posizione all’inseguimento di un inedito terzetto di testa composto da Techer, Deroue (olandese riconoscibilissimo per il casco arancione) e Alt). Giunti al sesto giro, i primi 8 piloti sono compresi nello spazio di 829 millesimi dal nuovo leader Deroue ad un rimontante Kevin Arginò, buon ottavo con Stefano Valtulini 11° e poco staccato (paga soltanto 1″3), viaggia bene anche Andrea Migno adesso in quattordicesima posizione.

Si arriva a metà gara con la classifica che propone Deroue in testa su Techer, Alt e Vavrous, nel “gruppone” che conta non mancano Baldassarri, Sissis, Arginò, Vavrous, Flitcroft e Binder: insomma, ci sono davvero tutti. Impossibile riportare attimo dopo attimo l’evoluzione degli eventi a Brno, ben 12 piloti sono compresi in 1 secondo con la situazione che cambia giro dopo giro anche in prospettiva campionato, se pensiamo che a 3 tornate dalla bandiera a scacchi Sissis era “quasi campione”, leader di gara con Baldassarri in sesta posizione.

All’ultimo giro si prospetta una lotta fratricida per la vittoria, la dimostrazione arriva dalla manovra al limite di Scott Deroue su Tomas Vavrous che consente ad Arthur Sissis di presentarsi al comando e con un discreto vantaggio sui più diretti inseguitori. Nessuno può togliere la vittoria al giovane talento australiano, così ci pensa lui stesso a rovinar tutto con un highside alla variante in salita, giusto ad 1 kilometro dall’arrivo.

Clamoroso errore dell’ormai ex-leader della classifica, se ne approfittano Alan Techer che taglia vittorioso il traguardo in volata sull’idolo di casa Tomas Vavrous, ma soprattutto Lorenzo Baldassarri che con la sesta posizione torna al comando della classifica di campionato. Se Scott Deroue 3° completa il podio, tutti gli altri piloti italiani chiudono in zona punti: Stefano Valtulini con un guizzo finale è quinto beffando proprio Lorenzo Baldassarri, Andrea Migno è 13° davanti a Kevin Arginò. Ad inizio settembre la finalissima a Misano Adriatico con “Lory Balda” che si presenterà con sei punti di vantaggio su Arthur Sissis.

Red Bull MotoGP Rookies Cup 2011
Brno, Classifica Gara 2

01- Alan Techer – FRA – 14 giri in 31’25.716
02- Tomas Vavrous – CZE – + 0.034
03- Scott Deroue – NED – + 0.203
04- James Flitcroft – GBR – + 0.520
05- Stefano Valtulini – ITA – + 0.603
06- Lorenzo Baldassarri – ITA – + 0.638
07- Ivo Lopes – POR – + 0.802
08- Florian Alt – GER – + 0.849
09- Philipp Ottl – GER – + 0.963
10- Brad Binder – RSA – + 1.023
11- Kyle Ryde – GBR – + 1.047
12- Joe Roberts – USA – + 1.357
13- Andrea Migno – ITA – + 8.485
14- Kevin Arginò – ITA – + 8.500
15- Joakim Niemi – FIN – + 15.289
16- Aaron Espana – SPA – + 15.418
17- Max Enderlein – GER – + 19.951
18- Willi Albert – GER – + 19.963
19- Hafiq Azmi – MAL + 46.501
20- Josep Garcia – SPA – + 1’12.001

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”