Red Bull Rookies Cup: a Misano Adriatico atto finale con il titolo 2011 in palio

Baldassarri e Sissis per il titolo

30 agosto 2011 - 23:42

Ci siamo. A Misano Adriatico questo fine settimana è in programma il gran finale della Red Bull MotoGP Rookies Cup 2011, quinta stagione di un format senza dubbio riuscito fortemente voluto da Red Bull, KTM e Dorna per promuovere e formare giovani talenti del motociclismo internazionale. In questo lustro tanti piloti sono riusciti a coronare il sogno di correre nel Motomondiale ad alti livelli, due andranno a caccia del titolo 2011 il prossimo week-end, lasciapassare per la serie iridata e per una carriera da protagonista. Con più soltanto 17 giri da percorrere nell’unica gara in agenda sabato alle 16:30 (come sempre al termine delle qualifiche ufficiali del Motomondiale), il nostro Lorenzo Baldassarri e l’australiano Arthur Sissis si daranno battaglia per il traguardo finale. “Lory Balda”, grazie ai risultati di una strepitosa stagione d’esordio nella Rookies Cup, si presenterà al Misano World Circuit con 6 punti di margine sul 16enne pilota australiano al secondo anno di presenza nella categoria, penalizzato da diverse battute d’arresto nel corso del campionato, non ultima la clamorosa (e assurda) scivolata all’ultimo giro di Gara 2 a Brno quando si ritrovava in testa e a +20 in classifica.

Da “quasi campione” Arthur Sissis, talento che ha vinto tutto quello che c’era da vincere in madrepatria nel Dirt Track e Speedway, sarà costretto a vincere a Misano Adriatico con la speranza di incontrare alleati che possano togliere punti preziosi a Baldassarri. All’opposto il nostro portabandiera sul tracciato amico farà di tutto per amministrare questi 6 punticini di margine, per un titolo della Red Bull Rookies Cup che per il secondo anno consecutivo si deciderà negli ultimi metri, ripensando allo strepitoso duello di 12 mesi or sono tra Jake Gagne e Danny Kent. Se per Baldassarri e Sissis Misano sarà un weekend di tensione, liberi da pressioni di campionato diversi protagonisti della serie sono pronti a recitare il ruolo di “arbitro” e/o “ago della bilancia” nella corsa al titolo. Su tutti Alan Techer, terzo in campionato e vincitore di due delle ultime tre gare, affiancato da volti noti come i tedeschi Florian Alt ed il figlio d’arte Philipp Öttl, senza scordarci del ceco Tomas Vavrous e di piloti già in grado di salire sul gradino più alto del podio come Lukas Trautmann ed il sorprendente americano Joe Roberts, da ultimo a primo sul traguardo di Gara 1 a Brno disputatasi sotto la pioggia.

Ha già vinto in questa stagione (nello specifico a Estoril) anche Brad Binder, 16enne sudafricano prossimo all’ultima gara di questa triennale esperienza nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, reduce da un promettente esordio nel mondiale 125cc settimana scorsa a Indianapolis in sostituzione dell’infortunato Luis Salom al RW Racing GP. Con una Aprilia RSA mai provata prima Binder ha concluso in 17° posizione con l’obiettivo a Misano di salutare la Rookies Cup con una vittoria. Nella gara di casa oltre a Baldassarri è lecito attendersi una gran prova dei piloti italiani al via: Andrea Migno cerca punti preziosi per la classifica, Kevin Arginò di tornare ai livelli mostrati verso metà stagione, Stefano Valtulini la riconferma dopo un eccezionale weekend a Brno dove è rimasto costantemente nella lotta al vertice. Tre nostri portabandiera già candidati al titolo 2012, in un presente dove Baldassarri può entrare nella storia come primo italiano a vincere nella storia della categoria.. Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone a rischio: sentenza ad ottobre?

Moto2 Bastianini Marini

Moto2, Austria: Bastianini-Marini, dal botto 2019 alla lotta al vertice 2020

MotoGP, Clinica Mobile

MotoGP, avanti con misure anti-Covid: 4 fisio in Clinica Mobile