Eddi La Marra

National Trophy Mugello: Eddi La Marra da sballo, gara e titolo!

Il pilota laziale chiude con il passato e conquista in anticipo il National Trophy 1000, ormai da considerare la massima espressione della velocità nazionale. Che bella storia!

22 settembre 2019 - 19:09

Eddi La Marra esagerato: al Mugello ha alzato il National Trophy 2019 con due round d’anticipo, vincendo anche la gara decisiva. Il pilota frusinate non è mai stato un pilota banale: senza l’incidente nei test a Misano 2013 sarebbe potuto diventare la punta Ducati nel Mondiale Superbike. Ha impiegato anni per rimettersi in piedi, ma non gli basta camminare. Lui corre. E vince. Dal ritorno al successo a Misano, all’alba di questa stagione, al trionfo: è stata un’estate bellissima per Eddi. E anche per Aprilia Nuova M2, la formazione di Enzo Chiapello che gli ha dato piena fiducia, raccogliendone i frutti. Mitico Eddi, e bravissimi anche i ragazzi che lo hanno rilanciato.

UNA STORIA BELLISSIMA

Eddi La Marra non stava bene, ma non ha perso tempo. Ha battagliato per qualche giro, poi ha cambiato ritmo e ciao ciao a tutti. Adesso il passato è cancellato. Ormai è tardi per scalare il Mondiale, ma anche un campionato nazionale può essere l’Olimpo, se hai faticato così tanto per scalare la montagna. E, a parte tutto, non ha vinto contro nessuno: il National Trophy 1000, per varietà tecnica e partecipazione, sta diventando la massima espressione del motociclismo nazionale. “È stato un week end molto difficile” ha raccontato Eddi. “Non stavo bene fisicamente ma ho cercato di dare il massimo resistendo in gara perché ne valeva la pena, lo dovevo al Nuova M2 Racing. Perché da inizio campionato tutti i ragazzi hanno fatto un lavoro esagerato. Sono molto contento della squadra perché lavoriamo sempre bene, sono contento di aver regalato una bella soddisfazione a Enzo Chiapello”.

Foto: Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

elf civ 2019

ELF CIV: Pubblicato il calendario 2020

MotoGP

MotoGP: Le pagelle ai Costruttori, Aprilia chi l’ha vista?

Macau

Macau Grand Prix 2019: ecco l’entry list