In Argentina scatta il mondiale della MXGP

Parte il mondiale della MXGP con Antonio Cairoli grande favorito per il successo finale mentre Jeffrey Herlings è ancora out per infortunio

26 febbraio 2019 - 4:36

Finalmente si parte, la MXGP e la MX2 tornano in pista per la prima prova del campionato del mondo 2019 nel week-end del 2-3 Marzo in Argentina. Un campionato che “corsedimoto” seguirà e vi racconterà con i resoconti delle gare, le interviste ai protagonisti e tutti gli approfondimenti e le curiosità del mondiale di motocross. 19 gare in giro per tutto il mondo di cui 3 in Italia, 40 piloti per ogni classe pronti a darsi battaglia per raggiungere la vittoria finale. Sarà ancora Herlings vs Cairoli oppure Gajser, Febvre e Desalle riusciranno ad inserirsi nella lotta per il titolo?. Jorge Prado nella MX2 bisserà il mondiale del 2018 oppure no?Tanti gli argomenti d’interesse per un mondiale esplosivo e molto interessante.

KTM E CAIROLI DA BATTERE MA HERLINGS?

Antonio Cairoli è il grande favorito per la vittoria del titolo, soprattutto dopo la vittoria agli “Internazionali d’Italia MX“. L’obiettivo decimo titolo è reale e anche l’assenza di Jeffrey Herlings nelle prime gare potrebbe “aiutare” l’italiano a raggiungere questo risultato. L’olandese out a causa di una frattura ad un piede, continua ad essere piuttosto “misterioso” sul proprio futuro con la possibilità della partecipazione al National americano che partirà a Maggio ancora presente nonostante le smentite da parte del team. Gli avversari comunque non mancano e sono soprattutto di grande qualità.

GLI AVVERSARI NON MANCANO

Tim Gajser dopo un inverno tranquillo ha dimostrato di aver ritrovato serenità e velocità. Lo sloveno è sicuramente pronto ad inserirsi nella lotta per il titolo. Honda e Giacomo Gariboldi confidano molto nel talento e nella voglia di riscatto di Tim dopo un 2018 difficile. Un discorso simile vale anche per Romain Febvre, campione del mondo 2015 e anche lui voglioso di riscatto. Il pilota francese della Yamaha ufficiale dovrà necessariamente migliorare il proprio rendimento cercando di non commettere quegli errori che nel corso delle ultime stagioni ne hanno limitato i risultati. La Kawasaki soprattutto con Clement Desalle, unico ad interrompere il dominio KTM nella scorsa stagione ha tutto, 450 nuova compresa, per provare a migliorare i risultati delle ultime stagioni. Outsider di lusso saranno sicuramente Jeremy Seewer, passato nel team ufficiale Yamaha, Arminas Jasikonis e Pauls Jonass in sella all’Husqvarana factory e Gautier Paulin nuovo pilota del team Wilvo. Nutrita anche la pattuglia tricolore, che oltre al già citato Antonio Cairoli vedrà al via nel mondiale anche Alessandro Lupino, Simone Furlotti e Ivo Monticelli. Le qualità per fare bene ci sono tutte e la pista come sempre avrà l’ultima parola.

JORGE PRADO IMBATTIBILE?

Jorge Prado si presenta al via del mondiale della MX2 come grande favorito dopo la vittoria del titolo 2018. Lo spagnolo durante l’ultima edizione degli “Internazionali d’Italia MX” ha dato quasi la sensazione di essere imbattibile per gli avversari, che sicuramente dovranno lavorare tanto per raggiungere il livello tecnico del pilota ufficiale KTM. Calvin Vlaanderen, Thomas Kjer Olsen e il “rookie”  compagno di team Tom Vialle potrebbero essere i candidati principali nella lotta per il titolo contro Prado. Soprattutto il sudafricano del team Honda HRC dovrà necessariamente fare un salto in avanti per restare al passo del campione del mondo. Le possibili sorprese della stagione potrebbero arrivare da Mikkel Haarup, Mitch Evans e Jago Geerts.

ASSOMOTOR D’ASSALTO

Il team Honda RedMoto Assomotor gestito da Alfredo Bevilacqua potrebbe togliersi diverse soddisfazioni nel corso  della stagione. Dopo la parentesi degli ultimi anni nella MXGP la squadra emiliana ha deciso di passare nella MX2 con un progetto interessante e si spera competitivo. I piloti saranno il belga Brent Van Doninck e il francese campione europeo 250 in carica Mathys Boisrame pronti ad inserirsi nella lotta al vertice. Gli italiani al via del campionato saranno Michele Cervellin e Morgan Lesiardo. Entrambi hanno tutte le possibilità per ottenere piazzamenti importanti, così come il san marinese Michele Zanotti.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi: “Servono cinque Michele Gadda”

MotoE, Test Valencia: Giorno 1, Hector Garzó il più rapido

Alex Márquez vincitore sfortunato: porte chiuse in MotoGP?