Motomondiale: Progetto Moto3 per Suzuki?

Suzuki sta lavorando su una Moto3? L'idea non sembra campata in aria, almeno stando al disegno per la richiesta di un brevetto, depositata di recente.

2 marzo 2019 - 15:25

Sembra che in casa Suzuki si stia pensando seriamente ad approdare nella categoria minore del Motomondiale. Almeno questa è l’impressione che si ha guardando il disegno sotto riportato. Secondo quanto riportato da amcn.com.au, si tratta di una domanda di brevetto depositata recentemente in Giappone, per una moto che ha poco o nulla di stradale, ma che anzi sembra disegnata per la competizione.

Si nota un sistema di scarico corto, praticamente privo di silenziatore. I disegni del brevetto mostrano la tubazione della testata che avvolge il lato anteriore inferiore del motore. Questo termina in un megafono appena davanti al piede destro del pilota. Fa parte di un progetto globale basato sulla centralizzazione di massa, che impegna tutto il peso dello scarico nel più piccolo spazio possibile e lo mantiene il più avanti e più basso possibile.

Anche se non possiamo leggere molto altro per quanto riguarda il resto della moto – non sono obbligati ad essere precisi per ottenere il brevetto – sembra abbastanza convenzionale. Un telaio in ​​alluminio con un forcellone in stile MotoGP che porta il suo rinforzo al di sotto piuttosto che sopra. Si consente così all’ammortizzatore posteriore di essere posizionato più in basso e più avanti, sempre alla ricerca della centralizzazione di massa.

I poggiapiedi sono molto più alti e più arretrati rispetto a quanto si vede nelle moto da corsa più estreme. Il telaio ausiliario è chiaramente progettato per sostenere il peso di un solo pilota, senza ulteriori strutture che consentano il trasporto di passeggeri o bagagli. Una piccola moto, che non fa pensare alla produzione su larga scala ma che sembra portare più ad una quattro tempi da competizione.

Per il momento, Honda e KTM monopolizzano la griglia Moto3 con 14 NSF250RW e 15 RC250GP. Ricordiamo in passato la presenza anche di Mahindra, che nel 2017 ha fatto parte della categoria minore del Motomondiale sia come brand Mahindra che Peugeot. L’aggiunta di un altro costruttore sarebbe una novità in Moto3, oltre a permettere a Suzuki di sviluppare un progetto per crescere giovani talenti fin dall’inizio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Moto3: Albert Arenas tornerà in azione a Jerez

La sfida di NTS, il piccolo costruttore giapponese in Moto2

MotoGP, Dovizioso: “Non seguirò le orme di Valentino Rossi”