Quartararo, Zarco e Lorenzo per le strade di Parigi

Quartararo, Zarco e Lorenzo per le strade di Parigi alla vigilia del GP di Le Mans. Due giorni di relax tra Moulin Rouge, Torre Eiffel e Champs-Elysees.

15 maggio 2019 - 22:17

Alla vigilia del GP di Francia i beniamini di casa Fabio Quartararo e Johann Zarco, insieme a Jorge Lorenzo, hanno fatto tappa nel cuore di Parigini per pubblicizzare l’evento. Martedì il rookie del team Petronas SRT ha viaggiato in metropolitana per visitare il celebre Moulin Rouge dove ha incontrato Zarco, che ha girato per gli Champs-Elysees. Il pilota KTM ha poi dato prova delle sue doti acrobatiche nel celebre locale capitolino. Mercoledì i due rider francesi hanno fatto visita alla Torre Eiffel, dove ad attenderli c’era Jorge Lorenzo, intento in un ritratto su tela.

QUARTARARO POLEMAN DA RECORD

Occhi puntati su Fabio Quartararo che a Jerez ha dato prova del suo talento. Pole position da record, gara magistrale rovinata da un errore meccanico, miglior crono nei test IRTA. Tre biglietti da visita che lasciano sperare in una gara da incorniciare per il rookie della Yamaha satellite. “Penso di essere un po’ diverso dalle altre persone che si concentrano, molte persone devono essere calme, pensando totalmente alla gara, ma sono completamente contrario“, ha detto il più giovane poleman della MotoGP. “Devo fare molte attività, non pensare molto alla gara. Penso che sia bello avere un evento a Parigi e, naturalmente, alla Torre Eiffel!“.

ZARCO SHOWMAN AL MOULIN ROUGE

Johann Zarco ha regalato grandi emozioni nei due anni precedenti. Stavolta arriva a Le Mans in un momento particolarmente difficile, con una KTM che non riesce a domare. Nelle scorse settimane ha svolto un test privato con la RC16 sul tracciato francese, potrà quindi contare su un buon setting di partenza e un nuovo telaio. “Evento molto carino a Parigi, tempo fantastico e ‘lavorare’ per le strade della capitale, nelle nostre tute con la moto vicino alla Torre Eiffel, è una sensazione speciale. Al Moulin Rouge è stato uno spettacolo fantastico e mi è piaciuto molto. Quindi tutto mi ha fatto sorridere e mi ha quasi fatto dimenticare il GP di Francia!“.

LORENZO, PARIS MON AMOUR

Alla ricerca di riscatto anche Jorge Lorenzo che a Jerez ha deluso le aspettative. Nel test ufficiale ha provato alcune soluzioni per migliorare l’ingresso in curva e l’ergonomia. “È sempre bello vedere la Torre Eiffel, più di 100 anni di storia e sembra ancora così giovane! Spero che mi porti un po’ di fortuna per il weekend – ha commentato il maiorchino -. Le prime quattro gare sono state difficili, ma nel test di Jerez abbiamo trovato alcuni dettagli che probabilmente ci daranno più velocità e speriamo di mostrarlo su questa pista“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Pol Espargarò: “Non servono le scuse KTM”

MotoGP, Davide Tardozzi: “Petrucci è la scelta giusta”

MotoGP 2022-2026: i 4 punti Dorna per il futuro