Petrucci-Dovizioso patto di ferro: “Adesso togliamo punti a Márquez”

Danilo Petrucci al fianco di Andrea Dovizioso anche a Misano per il DTM. Il vincitore del Mugello ribadisce: "Le gerarchie nel box Ducati non cambiano".

7 giugno 2019 - 14:02

Andrea Dovizioso è atterrato a Misano dove da domani sarà impegnato come wild card nel DTM al volante di un’Audi RS5 DTM. Nel box del team Audi Sport non solo i vertici Ducati, ma anche l’inseparabile compagno di squadra Danilo Petrucci, reduce dalla vittoria al Mugello. I due piloti di Borgo Panigale proseguono ad allenarsi e convivere all’unisono, il trionfo del ‘Petrux’ non ha rotto quel magico equilibrio instaurato nella vita privata e nei weekend di gara.

Ancora non crede alla vittoria il pilota umbro, al suo primo successo in MotoGP, avvenuto proprio davanti al pubblico di casa. “Ho rivisto la gara 4 o 5 volte – ha ammesso Petrucci a Sky Sport -, nella seconda metà di gara sono stato davanti e non capivo cosa succedeva dietro. È stato emozionante, una bella soddisfazione vincere in Italia. Sono io ringraziare Andrea, poteva sembrare strano ringraziarlo dopo la gara, ma il 90% di quello che lui fa per me non si vede nelle telecamere“. Immagini in gallery di Marzio Bondi.

Danilo si sente ancora un po’ in colpa per quel sorpasso al limite ai danni di Dovizioso, costringendolo a raddrizzare la moto e a perdere quel decimo prezioso per giocarsi la vittoria. “Ero dispiaciuto per il sorpasso in cui abbiamo stretto a panino Andrea, lui ha avuto la peggio. A livello di feeling e strategia adesso dovremo togliere punti a Márquez per vincere il Mondiale. Le gerarchie non cambiano – ha ribadito Danilo Petrucci -, io dovevo vincere una gara per una soddisfazione personale. Adesso il team ha un obiettivo più grande e dovremo raggiungerlo“.

DOVIZIOSO-PETRUX: RAPPORTO UTILE PER DUCATI

A quanto pare il vincitore del Mugello sembra pronto a sacrificare qualche posizione in classifica pur di spingere Andrea Dovizioso nella corsa iridata. Il vicecampione del mondo rende onore al compagno di team e sottolinea l’importanza del loro rapporto all’interno del box: “Ha meritato la vittoria, aveva bisogno di questo risultato, ha lavorato bene durante il weekend, era sul pezzo già da venerdì… Danilo ha tanto potenziale, è il motivo per cui ho deciso di aiutarlo, sapevo che poteva giocarsi la vittoria e avere un compagno di squadra così competitivo, con il buon rapporto che abbiamo, è un vantaggio. Possiamo lavorare insieme durante il weekend ed è un valore aggiunto“. Petrucci sarà riconfermato anche per il 2020? “Non dipende da me, non è una decisione mia“, ha concluso Andrea Dovizioso. “Si parla in Ducati, ma non prendo io la decisione“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Edema osseo al ginocchio per Aleix Espargaró

MotoGP, Marc Márquez: “Non mi piace vincere così”

Penalità per Bradley Smith, Gabriel Rodrigo e Can Öncü