MotoGP, Test Qatar: A metà giornata Alex Rins 1°

Alex Rins al comando della classifica a metà sessione. Il pilota Suzuki precede di circa un decimo Danilo Petrucci e Maverick Viñales.

23 febbraio 2019 - 17:07

Prima importante giornata di test a Sepang, con Alex Rins che dopo tre ore si è portato al comando della classifica provvisoria. Il suo 1:56.148 lo colloca davanti a Danilo Petrucci ed a Maverick Viñales. Tra i più attesi in pista c’è Jorge Lorenzo, che per la prima volta in questo 2019 gira con i colori Repsol Honda (foto in basso), mentre il suo compagno di squadra è già stato protagonista di una caduta senza conseguenze. Bandiera a scacchi alle 22.00 locali, le 20.00 italiane.

Giornate importanti di test anche per Michelin, che deve prendere le ultime decisioni prima dell’inizio della stagione. Per quanto riguarda le anteriori, i piloti hanno a disposizione le stesse mescole morbida e media utilizzate nel 2018 in gara. La dura invece sarà quella già testata a Sepang, una mescola media/dura. Passiamo al posteriore: la media e la dura saranno le stesse già a disposizione dei piloti l’anno scorso. La morbida invece presenta una nuova tecnologia testata in Malesia e aggiunta al range di gomme. Per quanto riguarda altre prove, ogni pilota ha due gomme morbide dure con una nuova tecnologia da testare. In seguito a queste sessioni verrà deciso cosa inserire nella gamma di gomme da utilizzare nel 2019.

Ricordiamo i riferimenti cronometrici su questo tracciato. Il miglior giro del 2018 in gara è un 1:55.242 di Dovizioso, mentre la pole record in 1:53.680 appartiene dall’anno scorso a Johann Zarco. Inizio piuttosto lento in questa prima giornata di test a Losail, con i soli Crutchlow, Morbidelli (‘a-spec’ factory Yamaha) e Smith in pista nella prima ora per pochi giri. Col passare del tempo si vedono sempre più piloti, anche se tutti si lamentano dello sporco presente inizialmente. La notte scorsa poi ha fatto capolino la pioggia e la giornata è stata abbastanza fredda rispetto al consueto: non le condizioni ideali quindi in questa prima sessione. Alla seconda uscita del britannico, qualche problema tecnico lo costringe a tornare subito al box. Da notare come Alex Rins abbia su due telai differenti sulle sue GSX-RR, oltre a provare un doppio scarico (foto in alto).

Team Aprilia stavolta al completo, con Andrea Iannone (protagonista anche di una scivolata) che sembra aver lasciato alle spalle i problemi dovuti ad un’infezione. Con lui in pista il collega Aleix Espargaró (anche lui caduto) ed il tester Bradley Smith, wild card nel primo GP della stagione. Lavoro su aerodinamica e ciclistica in casa Ducati, che spera di ripetere le buone sensazioni del passato, mentre in Yamaha si cerca la conferma che i problemi del 2018 sono ormai alle spalle.

La classifica dopo tre ore

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie