MotoGP, Pol Espargaró: “Vogliamo essere più veloci di Aprilia”

Pol Espargarò costantemente nella top-10 nei test invernali. Obiettivo 'ad una cifra' in campionato e sfida al fratello Aleix con Aprilia.

28 febbraio 2019 - 10:34

Sarà una KTM dal doppio volto quella che vedremo in Qatar, con Pol Espargaró spedito verso la top-10, Johann Zarco alle prese con una moto ancora non familiare. Il pilota spagnolo, alla sua terza stagione con la moto austriaca, può vantare una certa esperienza che, almeno nelle prime fasi, farà la differenza. Nell’ultima sessione di test Pol ha girato costantemente tra i primi dieci, il francese non ha mai oltrepassato il confine della top-15.

Zarco utile per KTM, ma serve tempo

Era in preventivo una certa dose di tempo per ambientarsi con il nuovo team e la RC16. Ma Zarco ha portato con sé anche un certo quoziente di feedback utili per lo sviluppo, da cui può trarne vantaggio anche Pol Espargaró. “Ci ​​poniamo ambiziosi obiettivi, questa è la mentalità di KTM“, afferma a Speedweek.com. Un fenomeno in costante ascesa che riparte dal podio di Valencia per coltivare i sogni di Mattighofen. Se a Sepang era ancora concentrato sul nuovo materiale proveniente dalla pausa invernale, a Losail ha potuto concentrarsi maggiormente sulla guida. E non resta certo indifferente ai dati di Zarco: “Johann era veloce a Sepang, potevo guardare i suoi dati e imparare qualcosa. Sono umano, devo imparare e migliorare. Questo è un processo normale che è stato messo in moto con noi. Miguel e Johann devono abituarsi a questa KTM, sono appena arrivati da noi. Conosco bene la KTM, quindi in Malesia ho fatto molti test. Sono persino grato per le nuove e fresche idee che porta Johann e un giorno ne trarrò beneficio“.

Obiettivo a una cifra

La casa austriaca resta in attesa del ritorno di Dani Pedrosa, previsto non prima di aprile, che porterà ulteriori idee per fare un ulteriore passo avanti. “E’ stato un peccato che Dani non fosse presente in Malesia e a Doha. Siamo stati privati ​​di molte informazioni: Dani è un pilota tecnologicamente esperto, ha tutto in mente, è stato per 13 anni in Honda in MotoGP. Ci aiuterà molto quest’anno, sarà una parte cruciale di questo progetto“. L’obiettivo è inseguire quei risultati “a una cifra” richiesti dal CEO Stefan Pierer, quantomeno per dare una risposta ai notevoli investimenti dell’azienda austriaca. “Anche se non li raggiungiamo, lotteremo per questo… Dobbiamo lottare per questi obiettivi, anche se sono difficili da raggiungere. Ma ci stiamo lavorando“. Inoltre c’è in gioco una sfida quasi ad armi pari con suo fratello Aleix che corre in Aprilia: “Hanno sicuramente preso un top driver con Andrea Iannone. Ma speriamo di poter mostrare di nuovo che siamo più veloci di loro. Vorrei che per la fine di aprile fossimo davanti ad Aprilia” ha concluso Pol Espargaró.

2 commenti

MotoGP, Pol Espargaró: "Vogliamo essere più veloci di Aprilia" - Corse di Moto - Arcobaleno Sport
11:47, 1 marzo 2019

[…] MotoGP, Pol Espargaró: “Vogliamo essere più veloci di Aprilia”  Corse di Moto […]

MotoGP, Pol Espargaró: "Vogliamo essere più veloci di Aprilia" - Corse di Moto - Arcobaleno Sport
11:47, 1 marzo 2019

[…] MotoGP, Pol Espargaró: “Vogliamo essere più veloci di Aprilia”  Corse di Moto […]

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

Valentino Rossi e il segreto del ‘Risorgimento Yamaha’

MotoGP, Fabio Quartararo festeggia 20 anni come miglior rookie