MotoGP: Il team Ducati in missione per vincere

Il Ducati Team si è presentato in Svizzera: una rinnovata livrea, la 'promozione' di Petrucci accanto a Dovizioso, per l'obiettivo Mondiale.

18 gennaio 2019 - 18:01

“Missione vincere ora”: lo slogan di Philip Morris, che ha ospitato la presentazione del Ducati Team nel PMI R&D Cube a Neuchâtel, in Svizzera, rappresenta appieno gli obiettivi del team di Borgo Panigale. Una rinnovata coppia di piloti con il vice-campione 2017-2018 Andrea Dovizioso affiancato da Danilo Petrucci, una nuova livrea, con un compito ben preciso: conquistare il titolo iridato nella categoria regina del Motomondiale. Non è mancato un ricordo per Silvio Sangalli, il team coordinator MotoGP scomparso un mese fa.

Il primo a prendere la parola è Miroslaw Zielinski, presidente Philip Morris, main sponsor della rossa di Borgo Panigale e lieto di ospitare la presentazione della squadra italiana ‘a casa sua’: “Ospitiamo Ducati nel nostro centro sviluppo, volto a creare soluzioni innovative sfruttando al massimo tutto il potere della scienza. Il nostro motto “Mission Winnow” è il nostro modo di lavorare, ma anche quello di Ducati. Si tratta dell’inizio di un lungo viaggio insieme, segnato dal potere della grande passione che ci anima.”

Tocca poi a Claudio Domenicali, CEO Ducati Motor Holding: “Per noi è una grande emozione essere qui, per la prima volta in questa sede ricca di cultura scientifica nonché del nostro partner fondamentale. Come sempre si tratta di un impegno straordinario, lavorando su ogni aspetto per migliorare costantemente, e per questo devo ringraziare soprattutto Gigi Dall’Igna. Siamo fortunati ad avere tanti clienti, siamo un’azienda forte e riusciamo a sostenere tutti gli sforzi economici che dobbiamo affrontare. Ringrazio non solo Philip Morris ma anche Audi Sport, che ci dà un aiuto notevole. Una cosa che ci accomuna dalla prima presentazione nel 2003 è la passione, dai fan a casa alle persone che lavorano nel team. Siamo una squadra unita in ogni circostanza e questo ci permette di guardare al futuro sempre con fiducia.”

A seguire prende la parola Luigi Dall’Igna, General Manager Ducati Corse: “Abbiamo chiuso un anno che ci ha visto crescere anche dal punto di vista tecnico, con miglioramenti anche dove in passato eravamo in difficoltà. L’unica pecca è non essere riusciti nel 2018 a tenere aperto il campionato fino alla fine. Dobbiamo fare ancora meglio, mettere in pratica idee che possono permetterci di compiere passi avanti, come fatto già nei primi test. Le regole tecniche sono cambiate ancora, non mi aspetto grossi cambiamenti rispetto al passato, ma abbiamo aumentato la potenza del motore e penso che il carico aerodinamico sarà minore.” Parla poi dei suoi piloti: “Siamo passati da una coppia di piloti che agivano pensando ai propri interessi ad un duo che deve guardare al risultato complessivo nel team. Andrea [Dovizioso] è da tempo con noi, sa come lavoriamo ed è importante la continuità, mentre Danilo [Petrucci] è con Ducati dal 2015, ha fatto belle gare e quest’anno, con il team ufficiale, punta a vincere, oltre a salire sempre sul podio. L’obiettivo è sempre uno solo, cercare di vincere il titolo iridato.”

Entrano poi in scena i due protagonisti più attesi, vale a dire Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, che hanno mostrato al pubblico presente la nuova Desmosedici GP 2019. Una moto dal predominante colore rosso intenso, sul quale spiccano i vari sponsor, ma in particolare “Mission Winnow” e Audi Sport, che come detto precedentemente ha confermato la partnership con la squadra di Borgo Panigale per la nuova stagione.

Il primo a prendere la parola è Andrea Dovizioso, vice-campione nelle ultime due annate e determinato a fare ancora meglio: “Quest’anno la moto è ancora più bella, molto più rossa del passato, mi piace molto. Vincere è sempre difficile, ma negli ultimi due anni siamo arrivati secondi dopo due stagioni intense. Nel 2018 in particolare contento di essere arrivato secondo dopo aver commesso qualche errore di troppo, ma quest’anno speriamo di riuscire a fare qualcosa di più. Siamo pronti per lottare per il titolo. Sarà una stagione diversa per me, mi sento ancora più fiducioso dopo i test e sono sicuro che saremo in grado di dire la nostra fin dall’inizio. Non vedo l’ora di cominciare.”

Parla poi Danilo Petrucci, ‘promosso’ nel team ufficiale e particolarmente emozionato per la nuova stagione: “La moto è veloce e molto bella, sono contento di poterla guidare. Ero molto emozionato a Valencia, quando l’ho provata per la prima volta, ma come Andrea mi sento molto fiducioso. Mi sono preparato bene durante l’inverno e penso che insieme possiamo svolgere un buon lavoro. Posso imparare molto da lui, per me è stato un punto di riferimento da quando sono arrivato in Ducati e sono contento di lavorarci assieme. L’obiettivo è essere soddisfatto della stagione! Scherzi a parte, è difficile parlare di un obiettivo in questo momento. Siamo in missione.”

Sale poi sul palco Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati Corse: “Abbiamo una moto competitiva e due ottimi piloti che lavoreranno assieme per un unico obiettivo, vincere il titolo iridato.” Gli fa eco il Team Manager Davide Tardozzi: “La moto è molto rossa, un colore molto aggressivo. Abbiamo un grande supporto, dei bravi piloti e non vediamo l’ora di tornare in pista per i prossimi test.” Chiude il giro delle dichiarazioni il tester Michele Pirro: “Sarà la mia settima stagione con Ducati, sto ancora recuperando dall’operazione alla spalla, ma miglioro costantemente. Ogni anno è più difficile, ma siamo pronti per scendere nuovamente in pista. Un grande in bocca al lupo a Dovi e Danilo per questo 2019.”

 

Click here to read the full article in English on Bikeandrace.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi: “Servono cinque Michele Gadda”

MotoE, Test Valencia: Giorno 1, Hector Garzó il più rapido

Alex Márquez vincitore sfortunato: porte chiuse in MotoGP?