MotoGP: Aprilia a Barcellona con Espargaró, Iannone e Smith

Aprilia con il team al completo in Catalunya. Espargaró corre in casa, Iannone sempre al lavoro su soluzioni diverse, Smith disputa la terza wild card del 2019.

12 giugno 2019 - 15:51

Settimo appuntamento del calendario 2019 per il Motomondiale, di scena sul tracciato catalano del Montmeló. Lasciato alle spalle l’appuntamento di casa per Aprilia ed Andrea Iannone, è la volta della tappa casalinga per Aleix Espargaró, che ha raccolto il doppio dei punti del 2018. Tre i piloti in azione per la struttura di Noale in questo Gran Premio: accanto agli ufficiali ci sarà il collaudatore Bradley Smith, già alla terza wild card stagionale dopo Losail e Jerez.

Pur essendo il ‘suo’ circuito, Aleix Espargaró non vanta grandi risultati. Il miglior piazzamento in MotoGP è un sesto posto ottenuto nel 2014, quando correva con il team Forward Racing, in sella ad una Forward Yamaha con specifiche Open. In nove edizioni del GP da lui disputate vanta ben cinque ritiri, quattro dei quali nelle ultime quattro stagioni. “Il nostro primo target rimane, come sempre, la top 10” ha dichiarato il pilota di Granollers. “Un risultato che in gara mostriamo di meritare, alla domenica mi sento veloce e riesco a tenere un buon passo, mentre abbiamo qualche difficoltà in più in qualifica. Proprio per questo dobbiamo lavorare sulla costanza, arrivare in gara forti e con un buon passo, per giocare le nostre carte”.

Andrea Iannone ha chiuso in 15° posizione al Mugello, con l’ultimo piazzamento utile per portare a casa punti. Ora si va al Montmeló: il pilota di Vasto ha ottenuto un quarto posto come miglior risultato in MotoGP, questo nel 2015 quand’era in Ducati. “I nostri weekend sono sempre piuttosto impegnativi, lavoriamo tanto cercando di provare soluzioni diverse” ha dichiarato. “Questo ci porta ad essere un po’ altalenanti ma fa parte del gioco, ora l’obiettivo è quello di migliorare giorno dopo giorno. Ho il supporto della squadra e di Aprilia Racing, so che tutti stanno dando il massimo per arrivare al livello che sappiamo di poter valere”.

Come detto, ecco la terza wild card stagionale per Bradley Smith, chiamato a supporto della squadra anche per la tappa in Catalunya. Poco fortunato finora in gara: nelle due precedenti occasioni ha chiuso con un incidente (Losail) e con un piazzamento fuori dai punti (17° a Jerez). “Per quanto mi riguarda sarà importante iniziare al lavorare da subito sul grip” ha detto il tester britannico. “Barcellona è forse il peggiore circuito sotto questo punto di vista e rappresenta un gran banco di prova per migliorare il comportamento della RS-GP. Sarà un lungo weekend, test post-gara compresi, e sono felice di ritornare in sella con un programma così impegnativo”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Edema osseo al ginocchio per Aleix Espargaró

MotoGP, Marc Márquez: “Non mi piace vincere così”

Penalità per Bradley Smith, Gabriel Rodrigo e Can Öncü