70 anni di Motomondiale, la festa inizia a Barcellona

70 anni di Motomondiale. A Barcellona sono esposte moto del passato e del presente. Viñales raggiunge Tibidabo con una Yamaha del '75.

13 giugno 2019 - 10:24

Il Gran Premio di Catalunya quest’anno cade nel periodo in cui c’è una ricorrenza speciale. Con la giornata odierna, giovedì 13 giugno, sono esattamente 70 anni da quando si è disputata la prima gara del Motomondiale, nel lontano 1949. Per celebrare questa ricorrenza, partendo dalle origini fino all’evoluzione attuale, la MotoGP è in tour per Barcellona, nella quale sono state collocate moto del passato accanto a quelle del presente. Non è mancato anche un ruolo da protagonista per Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP).

Nella città catalana sono state scelte sei zone simbolo e tutti possono fare un confronto diretto tra due epoche così differenti del Campionato del Mondo. La 350cc Velocette, la 250cc Moto Guzzi e la 125cc Mondial hanno affiancato in questi posti le attuali Honda, Ducati, Suzuki, Yamaha, KTM e Aprilia. Come detto però, Maverick Viñales ha vissuto una giornata da protagonista. In sella ad una Yamaha TZ 350 del 1975, lo spagnolo ha raggiunto Tibidabo, la più alta delle montagne della catena di Collserola, vedendo il Temple Expiatori del Sagrat Cor, oltre ad ammirare lo spettacolare panorama dal Mirador de Sarrià.

Una volta raggiunta la destinazione, Viñales ha ritrovato la sua YZR-M1. “È stata davvero un’esperienza diversa!” ha dichiarato l’alfiere Monster Yamaha. “Mi sono davvero divertito, è stato bello ritornare ad una due tempi, questa moto ‘vecchia scuola’ è qualcosa di incredibile. Le gomme sono più sottili, è uno stile completamente diverso. Aggiungo, avevano davvero gli attributi in passato! La moto non era così semplice da guidare. Me la sono goduta e sono arrivato a Tibidabo, dove la vista è spettacolare. È stato un piacere, ora sono davvero motivato e non vedo l’ora di tornare in sella alla mia moto per dare il massimo in gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Suzuki-Rins: il successo nasce dalla crisi del 2017

Puig avvisa Lorenzo e Crutchlow: “Con Honda zitto e corri”

MotoGP, Assen: La programmazione TV, diretta Sky Sport e TV8