MotoGP, Thailandia: Valentino Rossi “Voglio tornare a lottare per il podio”

Valentino Rossi e Maverick Viñales pronti all'esordio sul tracciato del Buriram, determinati ad ottenere piazzamenti di rilievo.

2 ottobre 2018 - 15:21

Il team Movistar Yamaha MotoGP si prepara a competere su un terreno sconosciuto, visto per la prima volta solo nel corso di tre giorni di test a febbraio. Valentino Rossi e Maverick Viñales hanno dimenticato l’appuntamento aragonese, un altro chiuso con risultati al di sotto delle aspettative, e sono concentrati sul tracciato del Buriram, sul quale sono determinati a regalare spettacolo davanti all’appassionato pubblico thailandese.

Il pilota italiano attualmente è terzo in classifica iridata, ma appena 15 punti da Dovizioso ed è deciso ad annullare questo divario. “Dopo tante gare europee, tocca alla Thailandia, su una pista vista per la prima volta a febbraio per una sessione di test” ha dichiarato Valentino Rossi, che non sembra però particolarmente colpito da questo tracciato. “Il Buriram non è uno dei miei circuiti preferiti, ma sarà un altro fine settimana importante per cercare di migliorare la moto, oltre ad incontrare i fan asiatici. Daremo il massimo: l’obiettivo è tornare a lottare per il podio e conquistare risultati di peso.”

In classifica piloti invece Maverick Viñales è quarto, appaiato a Lorenzo: una motivazione in più per ottenere un buon risultato ed accumulare un qualche vantaggio sul connazionale. “La tappa ad Aragón è da dimenticare” ha dichiarato, “ma ora voglio solo pensare a finire la stagione nel miglior modo possibile. Cominciamo il tour asiatico dalla Thailandia: il Chang International Circuit sembra difficile soprattutto a causa delle alte temperature, ma sono contento di correrci per la prima volta. Nei test a febbraio non siamo stati molto competitivi, ma stavano ancora cercando il giusto set up per la moto. In ogni caso, le aspettative sono molto alte.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MXGP: clamoroso Jeffrey Herlings già in moto!

MotoGP: Più aerodinamica per Rossi nel 2019

MotoGP, Eschenbacher: “Yamaha non doveva privarsi di Zarco”